I missionari redentoristi prendono in cura famoso santuario brasiliano

0
756

(Pirapora do Bom Jesus, Brasile) – La Provincia Redentorista di San Paolo, in Brasile, ha assunto dall’aprile un nuovo lavoro amministrativo e pastorale nel santuario del Signore Gesù di Pirapora Bon. Quattro Missionari Redentoristi stabiliranno una nuova comunità che sarà responsabile delle funzioni religiose e amministrative del tempio, che attualmente riceve 600 mila persone all’anno.

I religiosi sono stati inviati in una messa avvenuta il 23 marzo nella Basilica della Vergine di Aparecida, anch’essa sotto la cura dei Redentoristi della Provincia di San Pablo. L’Eucaristia è stata celebrata dal Provinciale dell’Unità di San Pablo, Padre José Inácio de Medeiros, che ha dato loro la Croce Missionaria.

Il Santuario si trova a 60 km dalla capitale San Pablo, la più grande città del Sud America. La vicinanza del Santuario alla principale metropoli del Brasile fa sognare la Provincia di San Paolo. “Il desiderio della Provincia Pirapora E fare un grande centro pastorale della città, dove si può accogliere persone dell’area metropolitana di San Paolo e da altre città dello stato”, ha detto padre Inacio.

La nuova comunità è costituita da giovani religiosi, ma che hanno già altre esperienze pastorali. A partire dal superiore della nuova casa, padre Rodrigo Arnoso. Ha già lavorato nel Santuario Internazionale di Nostra Signora del Perpetuo Soccorso, a Roma, e ha servito come prefetto della chiesa nel Santuario Nazionale di Nostra Signora Aparecida. Ora i religiosi assumeranno una nuova missione come rettore e parroco del Santuario di Bon Jesus. Anche nella squadra ci sono i padri José Afonso Savassa e João Paulo Ramos, così come il fratello Heliomarcos Ferraz.

Tra le sfide della nuova comunità c’è l’impulso alla devozione al Signore Bon Jesus e l’accoglienza alle migliaia di pellegrini che visitano lo spazio. “Vogliamo dare vita alle persone che credono in Bon Jesus. Lo faremo nella gioia del Vangelo e annunciamo la copiosa Redenzione a tutte le persone che attraversano il Santuario di Pirapora “, ha detto padre Rodrigo.

Oltre alla cura del Santuario Diocesano, i Missionari Redentoristi assumeranno anche le attività della parrocchia del Signore Bon Jesus, altre quattro comunità urbane e altri due in processo di formazione.

La cerimonia d’ingresso del nuovo parroco e l’accoglienza ai Missionari Redentoristi si svolgerà venerdì 6 aprile. Alle sette di sera saranno accolti al “Portal dos Romeiros”, collina che rende omaggio ai pellegrini. Alle otto, una messa inizierà il ministero dei Redentoristi nel Santuario.

Una devozione di quasi tre secoli – La devozione al Signore Bon Jesus di Pirapora iniziò nel 1725, quando un’immagine di Gesù flagellato e coronato di spine fu trovata nelle acque del fiume Tietê da un uomo residente nel quartiere Pirapora. La portò a casa sua, dove divenne un devoto domestico. Nel tempo, molte altre persone sono state attratte dall’immagine. Nel 1825 c’è già una documentazione con storie di miracoli raggiunti nel locale in cui l’Immagine è stata venerata.

Nel 1887, la Cappella di Bon Jesus ricevette lo status di Santuario della Diocesi. Dieci anni dopo, il tempio fu elevato alla sede della parrocchia di Pirapora. Fino ad oggi il Santuario ha sul suo altare l’immagine trovata quasi 300 anni fa, che può essere vista e visitata da tutti i pellegrini.

Victor Hugo Barros

Print Friendly, PDF & Email