Omaggio alle vittime di Brumadinho

0
183

(Brasile) – Centinaia di fedeli hanno partecipato alla messa in onore delle vittime della tragedia della rottura della diga del Córrego do Feijão a Brumadinho, nella regione metropolitana di Belo Horizonte (Brasile), la notte del 22 febbraio. La celebrazione ha avuto luogo nella Chiesa di San Giuseppe ed è stato presieduta dal vescovo ausiliare dell’arcidiocesi di BH, responsabile della regione Vale do Paraopeba e dal missionario redentorista, mons. Vicente de Paula Ferreira. Concelebrata da diversi sacerdoti, tra cui p. Renê Lopes, parroco della Matriz de São Sebastião, di Brumadinho.

Nel sagrato della chiesa fu posta un’enorme croce con foto e nomi di tutte le persone che morirono nel disastro, causando grande commozione a quelli che passavano. Prima dell’inizio della messa, un gruppo di 14 persone indigene di Aldeia Naô Xohã de São Joaquim de Bicas, anche essi vittime della tragedia, hanno manifestato e pregato il Padre Nostro nella loro lingua nativa.

Uno dei momenti salienti della celebrazione è stato durante l’atto penitenziale, con l’ingresso di un uomo che tiene in braccio un bambino, entrambi coperti di fango. Un gruppo di suore li accolse sull’altare, lavando i loro volti.

La messa era parte di una serie di celebrazioni e manifestazioni in solidarietà con le vittime. Gli atti religiosi sono stati organizzati dalla Conferenza dei Religiosi del Brasile (CRB), dalla Chiesa di San Giuseppe e dall’Arcidiocesi di Belo Horizonte. Questo lunedì, 25 febbraio, segna un mese di questa tragedia che ha lasciato 179 morti e 131 dispersi, secondo l’ultimo rapporto della Protezione Civile.

www.provinciadorio.org.br

Print Friendly, PDF & Email