Nuova parrocchia, San Giuseppe Lavoratore, a Panodi in Nashik, Diocesi nella V. Provincia di Majella

0
143

(Mumbai, India) Il 30 giugno 2019, festa del beato Gennaro Maria Sarnelli è stato un momento storico nella V. Provincia di Majella. Sono trascorsi due anni da quando la V. Provincia ha istituito una comunità missionaria a Panodi, nella diocesi di Nashik, nello stato del Maharashtra, India occidentale. I Redentoristi sono venuti in questa diocesi su invito del Vescovo, Lourdes Daniel, per prendersi cura dei bisogni pastorali di 10 villaggi in gran parte abbandonati dalla cura pastorale della Chiesa, dove ogni villaggio ha circa 20 famiglie cattoliche che non ricevevano i sacramenti e in particolare l’Eucaristia per la mancanza di un sacerdote. Hanno avuto la messa una volta in 6 a 8 mesi. Molti avevano lasciato la Chiesa per altre denominazioni cristiane.

Le persone sono state convertite al cristianesimo negli anni ’50 attraverso il lavoro dei missionari gesuiti, ma ora abbandonate. Le persone non sono solo abbandonate pastoralmente, ma sono anche economicamente arretrate in quanto l’area è stata per anni soggetta a gravi condizioni di siccità. L’arretratezza economica porta una serie di problemi diversi.

I Redentoristi hanno preso la piccola Chiesa dedicata a San Giuseppe Lavoratore il 30 giugno 2017 e hanno fondato una comunità di missione composta da 2 confratelli, i PP. Neville e Merwin. Entrambi hanno vissuto in condizioni molto difficili, ma hanno conquistato il cuore della gente. Per due anni attraverso la cura pastorale dei Redentoristi, ci sono stati più di 100 battesimi, cresime e rettifiche di matrimoni. C’è una messa settimanale in ciascuno dei 10 villaggi e le persone hanno iniziato a ritornare alla fede. La presenza di una comunità redentorista in questa zona molto arretrata e abbandonata ha rappresentato  un modello da seguire per altri sacerdoti e religiosi nella diocesi.

Così il vescovo ha confermato la missione creando la nuova parrocchia il 30 giugno 2019, attraverso un decreto e ha riconosciuto con gratitudine la presenza e l’opera pastorale dei Redentoristi in questa zona abbandonata. È stato firmato un accordo tra il vescovo e il V. Provinciale che dà la parrocchia alla cura pastorale dei redentoristi per 20 anni. La Comunità Redentorista è composta ora da 3 confratelli (P. Neville Fernandes, il primo Parroco e Superiore, P. Jerry Fernandes, Assistente Parroco e P. Juvance Serrao). La comunità redentorista lavora a stretto contatto con le Suore della Santa Croce (che hanno una comunità nella parrocchia eretta di recente) nell’opera di evangelizzazione in questa parrocchia.

Le persone presenti, 300 di loro, hanno espresso la loro gioia e gratitudine al Vescovo per aver portato i Redentoristi nel villaggio e per i 3 sacerdoti residenti che si prendono  cura dei loro bisogni pastorali. La presenza redentorista servirà anche ai bisogni della diocesi per la proclamazione della Parola ai sacerdoti e ai religiosi.

Questo gesto di raggiungere la V. Provincia alle periferie, verso le persone più abbandonate e pastoralmente trascurate dello stato del Maharashtra, verso le persone ferite dagli effetti della migrazione è stato possibile attraverso le benedizioni del Signore e la disponibilità di confratelli che sono entusiasti di essere testimoni del Redentore.

Ivel Mendanha, C.Ss.R.

Print Friendly, PDF & Email