I redentoristi hanno due nuovi oblati

0
330

(Bratislava, Slovacchia) – La Congregazione del Santissimo Redentore ha due nuovi oblati. Il nostro Superiore Generale, p. Michael Brehl C.ss.R., ha concesso lo status di oblati ad una coppia sposata, Magdalena e Stanislav Dzurjanin, da lungo tempo associati dei Redentoristi .

Lo scorso 2 dicembre 2019, su richiesta della leadership della Provincia di Bratislava – Praga, il Superiore Generale della Congregazione del Santissimo Redentore, p. Michael Brehl C.Ss.R., ha concesso alla coppia sposata il titolo di oblati. Hanno ricevuto la conferma del loro nuovo status in una messa domenicale il 12 gennaio 2020 nella chiesa di San Cirillo e Metodio a Bratislava da parte del Provinciale, p. Václav Hypius C.Ss.R.

Stanislav Dzurjanin, che lavora nel settore del commercio IT, proviene da una famiglia di cattolici greci che hanno aiutato molti redentoristi della Chiesa greco-cattolica durante il regime comunista. Ciò che ha unito suo padre e p. Ján Janok Jr. C.Ss.R. non era solo la palestra di Michalovce ma anche tutto ciò che avevano in comune come il servizio nei campi militari di lavoro forzato (1950-1954). Durante gli studi universitari a Bratislava, Stanislav Dzurjanin incontrò i Redentoristi romano-cattolici nella chiesa di San Cirillo e Metodio e, insieme alla sua futura moglie, facevano parte di un noto coro “Céčko”. Come consigliere, editore e correttore di bozze, Stanislav è stato per tutta la vita associato agli editori di The Word Among Us e Missionary durante la pubblicazione di libri di Redentoristi delle chiese greco-cattoliche e romano-cattoliche, collegati alla storia della Congregazione in questa Provincia. In questo ministero disinteressato a beneficio della Congregazione, Stanislav è sostenuto da sua moglie Magdalena, già insegnante di matematica.

Gli Statuti delle Province della Congregazione esortano i loro membri a cercare di farsi aiutare dai laici nel loro apostolato. Quando si dedicano soprattutto alla Congregazione, sono evidentemente fedeli, diligenti e generosi nel sostenere la missione della Congregazione, allora queste persone possono essere accettate come oblati. Per i Redentoristi, oblati e membri laici associati, insieme ai Redentoristi, hanno fatto parte della famiglia dei Redentoristi sin dalla fondazione dell’ordine di Sant’Alfonso Maria Liguori.

La parola oblate deriva dal latino oblatus, tradotto letteralmente come “offerto a Dio”. All’inizio del cristianesimo, questo termine era usato per i bambini offerti a Dio dai loro genitori, che in seguito divennero membri del clero. Nel periodo successivo, tra i Benedettini e successivamente tra i Cistercensi, fu usato per una persona che viveva fuori dal monastero, nel mondo, ma che prendeva parte alla spiritualità di una specifica comunità a cui era associato.

Eva Güttlerová, Media Team, Province Bratislava-Prague

Print Friendly, PDF & Email