Il PM Mateusz Morawiecki ha reso omaggio alle vittime del massacro del quartiere di Wola e ai 30 Redentoristi

0
68

(Varsavia, Polonia) Il Primo Ministro del governo polacco Mateusz Morawiecki ha reso omaggio alle vittime del massacro del quartiere di Wola a Varsavia durante la seconda guerra mondiale, tra cui 30 redentoristi uccisi. Il 6 agosto 2020, nel 76° anniversario di questo genocidio, ha visitato la parrocchia di San Clemente Hofbauer in via Karolkowa a Varsavia. Qui, sul sagrato della chiesa, c’è un monumento commemorativo a tutte le vittime, e a poche centinaia di metri di distanza, di fronte alla chiesa di Sant’Adalberto, un monumento con i nomi dei Redentoristi assassinati è stato costruito sul luogo dell’esecuzione alcuni anni fa.

Il Primo Ministro, dopo essere stato salutato dal P. Provinciale Janusz Sok CSsR e dal P. Pastore Damian Simonicz CSsR, ha deposto delle corone di fiori sul Piazzale dei Martiri di Wola, costruita nel 2000 da P. Andrzej Rębacz CSsR davanti alla nostra chiesa. L’ospite ha deposto due corone di fiori sulle targhe dei Redentoristi e degli abitanti di Wola assassinati.

C’è stata anche una breve conversazione con i Redentoristi, dopo la quale è stata scattata una comune foto commemorativa. Alla fine, padre Paweł Mazanka CSsR ha presentato al Primo Ministro il suo libro “Ho paura della morte sotto le macerie. Suore Benedettine dal S.mo Sacramento e Redentoristi nella Rivolta di Varsavia”, e il parroco ha donato una icona della Madonna del Perpetuo Soccorso. La parola di ringraziamento è stata pronunciata dal Provinciale a nome dei Redentoristi.

Poi il Primo Ministro e i Padri si sono recati nel luogo dove i religiosi sono stati uccisi, al monumento dedicato a questo evento – di fronte alla chiesa di Sant’Adalberto. Anche lì, il Primo Ministro ha deposto una corona di fiori.

Nel pomeriggio dello stesso giorno si sono svolte altre cerimonie legate agli eventi di 76 anni fa. Nella chiesa di San Clemente alle ore 18 il coro ha eseguito il canto “Messa polacca” di Jan Maklakiewicz, composto nella primavera del 1944.

Dopo il concerto è stata celebrata una Santa Messa solenne, presieduta dal Provinciale, e l’omelia è stata pronunciata dal Pastore. Dopo la Messa, sono state deposte corone e fiori e nella piazza davanti alla chiesa è stata recitata una preghiera per gli assassinati.

L’ultimo punto della cerimonia è stata la presentazione del già detto libro di P. Pawel Mazanka CssR “Ho paura della morte sotto le macerie…”.

o. Paweł Mazanka CSsR, Varsavia
foto: Adam Guz (KPRM) e p. Andrzej Kukła CSsR

Print Friendly, PDF & Email