Monastero Scala – Testemonianze

9
365

Suor Marianna Valvassori O.SS.R

Mi piace racchiudere con questa frase di Gesù, l’evento che in prima persona ho vissuto lo scorso 25 Aprile 2004: “La mia Professione Solenne!”

Desidero condividere con voi l’immensa gioia di appartenere totalmente e per sempre a Colui che mi ha scelta e chiamata a divenire la Sposa del Re, nella famiglia dell’Ordine Redentorista.
Sono suor Marianna, ho 25 anni e provengo dalla “Bella Sicilia”, vi scrivo dal Monastero SS. Redentore di Scala, dove già da sei anni e mezzo vivo e respiro l’amore che Gesù Redentore attraverso la vita contemplativa mi ha donato.

In breve vorrei raccontarvi come è nato in me il desiderio di “consacrarmi con tutta me stessa” a Cristo e alla Chiesa sua Sposa e mia Madre.

Fin da piccola ho espresso questo desiderio di farmi suora, ma nessuno mai avrebbe pensato che una ragazza come me, vivace, ribelle, con un carattere fermo e autonomo avrebbe potuto farsi monaca. Ricordo che sfidavo tutti, parenti e amici, che avrei abbandonato il mondo e scelto la vita contemplativa.
A 15 anni, con una prima esperienza nel Monastero di Scala, un piccolo germe di vocazione era stato seminato da Dio nel mio cuore, e li è rimasto depositato fino a quando non è arrivato il tempo di germogliare e portare frutto. Dall’esperienza intensa di discernimento vissuta nel Cammino Neocatecumenale, ho potuto approfondire questa chiamata che il Signore faceva alla mia vita, e lasciandomi guidare dalla Parola di Dio e dalla partecipazione assidua alle Celebrazioni Eucaristiche, ho maturato la convinzione di una vita interamente donata al Signore.

Il 25 Aprile 1994, fu il giorno in cui Gesù bussò alla porta del mio cuore facendomi sentire con certezza il suo invito a seguirlo nella vita di speciale consacrazione a Lui e alla Chiesa.
Nonostante vari momenti di crisi e di prova che mi hanno decisamente fortificata interiormente, ero più attratta dalla preghiera, dal servizio alla Chiesa e ai fratelli, che uscire e divertirmi con una comitiva di amici. Ero ormai stata segnata dal sigillo indelebile dell’amore di Dio, e la conferma più grande è stata il chiamarmi a nozze proprio il 25 Aprile.

Durante questi anni di formazione alla vita consacrata, vissuti intensamente qui in monastero, ho fatto esperienza di come è grande la gioia di donarsi, dare tutto di sé, senza aspettarsi niente in cambio, ma ricevendo gratuitamente un “bene” maggiore che mi ha realizzato più di qualsiasi altra cosa: l’Amore vero…Gesù!

Sono veramente felice di aver donato la mia vita a Cristo, l’unico che ha saputo riempire e dar senso alla mia esistenza, il Dio fedele che ha steso su di me la sua destra e mi ha legata a Lui per l’eternità.
Non è semplice trasmettere ciò che si prova quando Dio si fa spazio nella tua vita, ma posso assicurarvi che una volta che lo si incontra veramente è impossibile non seguirlo.

 Se nel profondo del vostro cuore questa mia semplice testimonianza ha acceso il desiderio di approfondire il vostro rapporto con Dio, “venite e vedete” Gesù vi aspetta …a Scala!

Fonte:

http://www.redentoriste.it/index.php?fl=2&op=mcs&id_cont=796&eng=Suor%20Marianna%20Valvassori&idm=797

 

Print Friendly, PDF & Email

9 COMMENTS

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here