Lettera del Coordinatore CRE: La nostra missione in Albania

9
328

Carissimi Confratelli,
Cari associati alla missione,

Saluti dalla comunità dell’Albania.

Vi scrivo questa lettera nel corso della mia prima visita alla nuova missione redentorista di Tirana.
Durante questa visita sono stato profondamente colpito dalla vita e dal lavoro della comunità. La nostra missione si prende cura di tre parrocchie e di due chiese affiliate, per una superficie di circa 30 x 10 km, in cui vivono circa 30 mila cattolici.
Sin dai primi giorni i nostri missionari hanno celebrato e predicato in albanese facendo progressi di giorno in giorno.
La comunità desidera esprimere una grande gratitudine per le vostre preghiere e per il generoso sostegno finanziario dato sin dall’inizio della loro missione. Grazie alla vostra generosità è stato possibile acquistare un’automobile e successivamente anche una seconda.
La comunità vive in una zona molto povera di Tirana-Kames. La casa in cui i missionari abitano non ha le pareti isolate ed il tetto presenta infiltrazioni di acqua. La maggior parte delle chiese in cui essi operano sono prive di acqua e di elettricità perciò avranno ancora bisogno di un generoso sostegno da parte delle Unità della Conferenza.
La missione è iniziata con la regolare celebrazione dei sacramenti e, cosa molto importane, anche con le visite alle case dei cattolici per conoscere qualcosa della loro vita ed esperienza. C’è un grande bisogno di avviare progetti di carattere sociale in una zona in cui la disoccupazione è superiore al 50%. La comunità ha cominciato ad esplorare le possibilità per tali progetti.

Ritengo sia necessario allargare la comunità per poter sviluppare la missione. Parlando con i nostri confratelli abbiamo esaminato le diverse possibilità perché ciò avvenga.
1 – occorre trovare un nuovo membro disposto a rimanere a tempo pieno. Potrebbe essere un prete o un fratello che dovrebbe raggiungere la comunità già nell’estate 2015.
2 – un membro temporaneo per la durata di un anno pastorale. Potrebbe trattarsi di uno studente che trascorra un anno pastorale in Albania.
3 – un breve soggiorno estivo per una esperienza missionaria da parte di studenti provenienti dalle diverse Unità.
4 – un’esperienza missionaria estiva potrebbe interessare anche i laici associati alle missioni redentoriste.

Le lingue ufficiali della comunità sono l’inglese e l’albanese. Se siete interessati a qualcuna di queste proposte, vi prego di contattarmi (jacekwsd@wp.pl) (colore che sono in fase di formazione iniziale devono rivolgersi al proprio formatore).

Vi chiediamo di continuare a pregare per la nostra comunità.

Con affetto nel Redentore
Jacek Zdrzalek, C.Ss.R.
Coordinatore della CRE

Albania-Paroquia-1

la nostra parrocchia di Bathore

Print Friendly, PDF & Email

9 COMMENTS

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here