III Congresso Redentorista sulla prevenzione dell’uso delle droghe 2015

8405
293309

Il Centro di formazione per il sostegno dei Minori (CECAM nelle sigle in portoghese), una delle opere sociali Redentoriste di Trindade (in Brasile), ha promosso per i giorni 27 e 28 aprile, il III Congresso Redentorista sulla Prevenzione delle droghe 2015. Durante lo svolgimento della manifestazione si è tenuta l’inaugurazione del complesso del Centro sociale Padre Eterno, che ha un nuovo auditorium, oltre al campo sportivo, nuovi ambienti per le diverse attività delle Opere Sociali Redentoriste.

Con il tema “La Chiesa in dialogo con il mondo in soccorso della vita”, il congresso si è proposto di discutere l’argomento con gli operatori sanitari, i ricercatori, e i religiosi in modo che, insieme, possano contribuire a salvare la dignità umana. “Vogliamo pensare alla prevenzione della droga all’interno della famiglia, del contesto sociale e culturale, con l’intento di sensibilizzare la società che l’azione preventiva è più efficace della repressione”, ha detto il direttore dell’Opere Sociali Redentoriste, padre Reinaldo Martins.

Gli adolescenti, i giovani e gli adulti invitati hanno preso parte alle lezioni e alle discussioni con i temi proposti: “Droga: parlando del significato della violenza familiare e le conseguenze psicologiche del figlio adolescente”, “Droga e il senso di essere”, “tipo di comunicazione utilizzati in mezzo gli utenti”, “droghe, meglio non entrare, ma uscire”, “dipendenza digitale tra i giovani e i bambini”, e “la fede contro la droga e come soccorso alla famiglia”.

Nota: Per decenni il Brasile è stato solo una via di transito per le droghe prodotte nelle Ande, destinate infine agli Stati Uniti o l’Europa. Oggi il Brasile invece sta sempre di più diventando un paese consumatore di cocaina e l’identikit del tossicomane varia indifferentemente dal giovane teppista proveniente dalle favelas all’elite di San Paolo, il centro finanziario nazionale. A Rio de Janeiro le gang di spacciatori sono diventate un potere parallelo a quello del governo, grazie ad un sistema di corruzione ed il possesso di arsenali privati così ingenti da poter sfidare l’esercito.

Carlos Espinoza

Print Friendly, PDF & Email

Fatal error: Allowed memory size of 134217728 bytes exhausted (tried to allocate 28 bytes) in /web/htdocs/www.cssr.news/home/wp-includes/wp-db.php on line 1889