Icona dell’Amore, Maria ci guarda

24
318

Il Secondo giorno del Triduo per la Festa della Madonna del Perpetuo Soccorso si è parlato dell’Icona d’Amore.
Proprio l’Icona dell’Amore è il tema che come uno slogan ci accompagnerà durante l’Anno speciale a Lei dedicato.

Questo secondo giorno, vogliamo fermarci in contemplazione dinanzi all’immagine e osservare con attenzione e devozione la figura di Maria. La scena che viene rappresentata è quella di una mamma col suo bambino che è colto in un momento particolare, gli strumenti della Passione lo spaventano per cui con naturalezza cerca rifugio nella sua mamma, che gli dia quella sicurezza di cui ha bisogno per superare quel momento. In una situazione come questa noi dovremmo aspettarci che la madre stringa a se il suo bambino e, guardandolo, gli dica delle parole rassicuranti. Ma se osserviamo anche superficialmente l’Icona ci rendiamo subito conto che Maria non guarda Gesù: il suo sguardo tenero e attento raggiunge chiunque si pone dinanzi a lei, raggiunge noi che la osserviamo.

Mother-of-Perpetual-Help_1

Maria ci guarda: ecco il consolante messaggio osservando la nostra Icona. Ci guarda perché è nostra Madre.

È sempre importante che per la nostra vita cristiana prendiamo sul serio la maternità di Maria, e quindi accogliamo la sua maternità nei nostri confronti. C’è una bellissima parola pronunciata a Cagliari dal Beato Paolo VI: era il 1970, il Concilio era finito da appena 5 anni e si viveva il difficile tempo della sua attuazione, non mancavano pericolosi sbandamenti, per cui c’era anche chi affermava che in fondo la figura di Maria si poteva pure relativizzare, quello che conta è il rapporto con Cristo… Paolo VI disse così: “Cristo ci appare nelle braccia di Maria; è da Lei che noi lo abbiamo, nella sua primissima relazione con noi; Egli è uomo come noi, è nostro fratello per il ministero materno di Maria. Se vogliamo essere cristiani, dobbiamo essere mariani, cioè dobbiamo riconoscere il rapporto essenziale, vitale, provvidenziale che unisce la Madonna a Gesù, e che apre a noi la via che a Lui ci conduce”.

Mother-of-Perpetual-Help_3

Maria è nostra madre e noi siamo chiamati ad essere suoi figli, ad affidarci a lei riconoscendola come madre nostra.

Vogliamo allora anche noi affidarci come figli alla Madre che Gesù ci ha donato sapendo con certezza che se lei ci guarda è perché Gesù stesso ci guarda e si prende cura di noi come nostro fratello e Redentore.

(Dalla celebrazione del Triduo alla chiesa di Sant’Alfonso a Roma)

Mother-of-Perpetual-Help_4

Print Friendly, PDF & Email

24 COMMENTS

  1. My thyroid is a mess for sure. Blood tests have diagnosed me with a hypothyroid problem. As well as low vitamin D. I have been taking meds, but still have hair loss issues plus many of the other symptoms. This is why I continue to come back to the CSK way of life. I am taking meds for my rebellious thyroid, but it isn’t enough. So all I can think is my gut must really be a mess. My issue is sticking with the CSK diet. Having a family who wants to eat everything my body doesn’t seem to process is hard. Trying to get myself healthy, and not have my kids freak out about what we are having for dinner is a battle everyday. You would think by now I could figure this all out. Sigh…

  2. Great goods from you, man. I’ve understand your stuff previous to and you
    are just extremely great. I actually like what you’ve acquired
    here, really like what you’re stating and the way in which you say it.
    You make it enjoyable and you still take care of to keep it wise.
    I can not wait to read much more from you.
    This is actually a wonderful web site.

  3. Admiring the hard work you put into your blog and in depth information you provide.
    It’s good to come across a blog every once in a while that isn’t the
    same out of date rehashed material. Fantastic read!
    I’ve bookmarked your site and I’m including your RSS feeds to my Google account.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here