Esito della Missione Popolare Redentorista

3321
7462

L’esperienza della predicazione delle missioni popolari dei Redentoristi in Brasile, viene da quasi 120 anni! Ininterrottamente. Ma nonostante questo, molti ancora si chiedono circa la validità delle Sante Missioni.
Per milioni di persone che hanno tratto beneficio dal lavoro missionario questa domanda non ha molto senso. I missionari sanno che, su questo tema, la saggezza o la certezza della risposta deriva più dalla “voce del popolo”, che dagli studiosi. L’apprezzamento di chi realmente ha vissuto e conosce una Missione Popolare redentorista, sarebbe francamente d’approvazione. Anche se, qualche tempo dopo, quella persona avesse dimenticato il suo primo entusiasmo.
Se a causa della missione, i valori etici e spirituali sono cresciuti, e ora sono in competizione con “altri valori”, lasciando segni profondi su individui e comunità, allora è proprio per questo che la missione è valida. Adesso, questo diventa una costante.
In Brasile la maggioranza della popolazione è cattolica, ma con legami fragili con la Chiesa, e solo “un terzo dei cattolici dichiarano di partecipare regolarmente o assiduamente alla vita della Chiesa”.
Come valutare una missione?
Come sentire la sua influenza e l’impatto sulla città?
Come giudicare l’apporto del lavoro missionario per il livello religioso e morale della popolazione?
Forse queste e altre domande introducono prima un problema di metodo e di ricerca.

Come fare la missione oggi! Con la sua tecnica in base ai “nuovi metodi” e “nuove espressioni”, adattandola alla pedagogia dell’immagine e la corrente mentalità culturale.

Disegnare un quadro di valutazione rigorosa richiederebbe al gruppo missionario le metodologie di ricerca e altri elementi delle scienze sociali. Pienamente validi.
Il nostro tempo, però, e le forze sono ormai impegnate nel lavoro diretto e continuo della predicazione e la formazione delle comunità missionarie. Inoltre, la missione è in sé strumento di azione pastorale, di transitorietà, cioè di intervenire in modo passeggero nelle parrocchie.

Le missioni motivano lo zelo missionario nel cuore e nella vita di ogni cristiano.
Dopo ogni missione popolare Redentorista, c’è una curiosità molto diffusa nelle persone. La gente vuole sapere dai missionari se la missione è stata buona, se sono contenti… Curiosità di quartiere o accenno di preoccupazione suscitata dal vivere in comunità? Ogni città, ogni regione e ogni popolazione ha una propria fisionomia, le sue peculiarità.
Le somiglianze e le differenze locali appaiono nella fase preparatoria e durante la missione in quanto tale: i livelli di interesse e partecipazione; più o meno ripercussioni nei media; progetti e impegni post-missione dei settori e delle comunità; meno sostegno e maggiore sostegno dei parroci.

Antônio Clayton Sant’Anna, C.Ss.R.

Print Friendly, PDF & Email

3321 COMMENTS


    Fatal error: Allowed memory size of 134217728 bytes exhausted (tried to allocate 3891200 bytes) in /web/htdocs/www.cssr.news/home/wp-includes/comment-template.php on line 2102