La benedizione di dodici Icone da Papa Francesco il 18 maggio 2016

1
4299

(Città del Vaticano, 26 maggio 2016) – Il 18 maggio, dodici Redentoristi erano presenti all’Udienza Papale in Piazza San Pietro a Roma. Lo scopo principale di questa presenza eccezionale è stato quello di garantire la benedizione di Papa Francesco sulle 12 icone appositamente preparate della Madonna del Perpetuo Soccorso.

Fra i dodici Redentoristi c’era il Superiore Generale Michael Brehl, alcuni membri della Comunità del Consiglio Generale, la Commissione del Giubileo dell’Icona e del Santuario Internazionale della Madonna del Perpetuo Soccorso.

2_18052016

Dal momento che solo due sono stati autorizzati a restare in prima fila per questa richiesta speciale, il Superiore Generale ha incaricato padre Juventius Andrade (Presidente della Commissione del Giubileo Icona) e P. Arturo Martinez (Rettore del Santuario Internazionale). Papa Francesco è stato brevemente informato sia della chiusura del nostro Giubileo dell’Icona dell’Amore, che della ragione della benedizione delle dodici icone. Sua Santità ha personalmente benedetto l’icona che gli è stata presentata dai padri Juventius e Arturo. In seguito, ha anche benedetto le altre undici icone, collocate in una posizione di rilievo nei pressi del podio.

3_18052016

Queste icone sono state ‘scritte’ dal fratello Richard Maidwell CSsR della Provincia del Sud Africa e da Suor Maria Slepchenko OSsR, una suora ucraina Redentorista della comunità Bielsko-Biala; le restante dieci sono state preparate da P. Eugeniusz Karpiel CSsR della Provincia di Varsavia e dalla sua scuola.

Il ruolo delle icone nella terza fase dell’anno giubilare

La Commissione per il Giubileo dell’Icona ha proposto una Celebrazione del Giubileo in tre fasi. La prima fase (preparatoria) è stata già celebrata nel periodo gennaio – dicembre 2015 con il tema “Rafforzare e nutrire il nostro amore per la Madre di Dio”. Ciò è stato fatto attraverso la formazione di comitati, contatto di persone, la diffusione delle risorse, lo svolgimento di congressi, ecc.

Ci stiamo avvicinando alla fine della seconda fase (celebrativa) “Nostra Madre del Perpetuo Soccorso – Icona di amore”. Si concluderà con la festa di Nostra Madre del Perpetuo Soccorso il 27 giugno 2016.

Il Santuario di Roma ha preparato una grande festa che sarà preceduta da una novena, 9 giorni. Le liturgie si svolgeranno ogni giorno in diverse lingue, e anche in diversi riti liturgici. Questo programma sarà a breve pubblicato su SCALA News. Alcune province stanno già inviando delegati e gruppi di pellegrini a Roma. Molte unità hanno inoltre un programma molto elaborato di celebrazioni in vari santuari e chiese in tutto il mondo.

La principale celebrazione pubblica a Roma si terrà il 26 giugno 2016 in quanto è la domenica più vicina alla festa. La liturgia sarà celebrata nella Basilica di Santa Maria Maggiore in quanto si prevede un numero enorme di persone. Questa sarà seguita da una processione per le strade di tutto il quartiere dove si trova il nostro Santuario. Al suo arrivo presso il nostro Santuario, il Superiore Generale Michael Brehl consegnerà queste icone che andranno alle cinque Conferenze della Congregazione.

4_18052016
La terza fase (missionaria) inizierà immediatamente dopo la festa del 27 giugno 2016. Il tema di questa fase è ‘Rinnovamento della missione e il mandato di “farla conoscere”‘.

Queste icone che sono state benedette da Papa Francesco e commissionate dal Superiore Generale andranno ad ogni conferenza. Ciascuna Conferenza e le proprie unità faranno in modo che l’icona vada in visita alle varie comunità e santuari per offrire l’esperienza di Maria che visita il suo popolo pellegrino. La sfida sarà quella di rinvigorire la nostra missione, in particolare attraverso l’icona come strumento di evangelizzazione. Sarà l’espressione e il rinnovo del nostro impegno al mandato originale di Pio IX a “farla conoscere”.
Juventius Andrade

Print Friendly, PDF & Email

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here