Celebrazione della festa della Madonna del Perpetuo Soccorso a Roma

1
4550

La Chiesa di S. Alfonso a Roma ha celebrato la festa della Madonna del Perpetuo Soccorso, Domenica 26 giugno 2016, come parte del programma per la chiusura del Giubileo del 150 anniversario dell’icona.

IMG_7702

Questa festa è stata preceduta da una novena guidata da padre Gilberto Silvestri. Novena che ha offerto una serie di meditazioni sull’icona Sacra. L’Eucaristia è stata celebrata ogni giorno in diverse lingue come vietnamita, tedesco, italiano, inglese, spagnolo, polacco, malayalam, francese e portoghese.
E’ stata anche celebrata in diversi riti liturgici, come cattolico greco romeno, ucraino e siro-malabarese. Queste celebrazioni, dal momento che si sono svolte in diverse lingue e riti, hanno attratto molte persone che, in circostanze normali, non sarebbero venute al Santuario. Hanno partecipato persone provenienti da diversi percorsi di vita, come gli ambasciatori dalle Filippine, Brasile e Haiti. Queste celebrazioni della Novena sono state seguite ogni giorno da una serie di concerti musicali con artisti di grande talento. L’ultimo giorno, in particolare, si è potuto vedere una presentazione di folklore della musica proveniente da culture diverse, come Italia, Albania, Romania, Filippine, Messico, Bolivia, Perù, ecc. E ha attirato l’attenzione e l’ammirazione dei passanti dal momento che si è tenuta ai piedi dei gradini della chiesa.

Questi 9 giorni hanno preparato la celebrazione finale di domenica 26 giugno. La solenne Eucaristia della festa è stata celebrata nella Basilica di Santa Maria Maggiore. Prima della Messa, alcuni confratelli e laici hanno portato l’icona in processione fino alla Basilica ed è stata collocata nella piazza di fronte alla Basilica. La Banda della Polizia ha suonato musica in omaggio all’icona della Madonna.

3Y0A1173

La Messa è iniziata alle 16:00 presieduta dal Cardinale brasiliano João Braz de Aviz, prefetto della Congregazione per gli Istituti di Vita Consacrata e le Società di Vita Apostolica. Egli è stato introdotto dal Superiore Generale P. Michael Brehl che ha accolto l’Assemblea in italiano e inglese. La Basilica era gremita di pellegrini venuti appositamente per questa celebrazione giubilare da tutti e cinque i continenti e conferenze dove lavorano i Redentoristi. Alcuni di loro portavano le loro bandiere, e indossavano il loro abito nazionale.

Prendendo spunto dall’introduzione bilingue del Superiore Generale, il Cardinale ha detto che sperava che qualcuno potesse tradurre la sua omelia dall’italiano all’inglese. E’ stato una cosa spontanea che P. Michael Brehl ha fatto mirabilmente. Il Cardinale ha ricordato la devozione fervida dei Redentoristi per la Madonna del Perpetuo Soccorso e il modo in cui hanno cercato di essere fedeli al mandato ricevuto dal Papa Pio IX: farla conoscere a tutto il mondo. Nella sua esperienza con i Redentoristi, ha trovato che ogni Redentorista portava con sé la Madonna del Perpetuo Soccorso e lei stessa non è mai stata lontana da loro. In questo anno della misericordia, è importante che lei sia vissuta come tale, e venga proclamata come colei che rivela la misericordia del Padre. Anche se la Messa era in italiano, le preghiere di petizione sono state in diverse lingue che rappresentano le diverse culture e i diversi bisogni. Al termine della celebrazione eucaristica, il rettore, padre Arturo Martinez Soto ha consegnato al Cardinale una copia dell’icona.

3Y0A1729

Poi tutto il gruppo è andato in processione dalla Basilica di Santa Maria Maggiore fino ad arrivare al Santuario della Madonna del Perpetuo Soccorso nella Chiesa di S. Alfonso. Siamo stati accompagnati con la preghiera dei fedeli e la musica dalla Banda della Polizia. Nonostante il forte caldo, c’è stata una buona affluenza alla processione.
Al suo arrivo presso il Santuario, le persone si sono radunate sui gradini della chiesa per salutare l’icona della Madonna del Perpetuo Soccorso. Ma la festa è continuata dal momento in cui l’icona è entrata nella Chiesa fino a prendere posto di fronte all’altare. Il Superiore Generale ha poi guidato i fedeli in una cerimonia significativa di consegna delle icone ai 5 continenti e Conferenze della Congregazione. L’Anno Giubilare è stato un momento di gratitudine, così come un tempo per impegnarci al mandato del Papa Pio IX e la missione di evangelizzazione tramite l’icona. Così ora le icone sono inviate ai diversi continenti per visitare i paesi, le comunità e chiese dove i Redentoristi vivono e lavorano. Ogni continente è stato rappresentato dal Coordinatore della Conferenza o da un membro della Commissione del Giubileo. Erano accompagnati dai laici che erano venuti da queste rispettive Conferenze e dai continenti per il Giubileo.

IMG_8054
Il Superiore Generale ha condotto la cerimonia utilizzando la lingua parlata in ogni Conferenza, quindi ha affidato le icone. Ha parlato alla Conferenza d’Europa in lingua italiana; a quella del Nord America in lingua inglese; all’America Latina e Caraibi in spagnolo, all’Asia – Oceania in inglese e all’Africa e Madagascar in francese. E’ stato un bellissimo spettacolo nel vedere come tutti si sono riuniti con queste icone proprio sotto l’icona originale e miracolosa. C’era gioia manifesta nella celebrazione, con una raffica di colori e manifestazioni culturali, sia negli abiti o con espressioni di gioia. Una particolare sorpresa è stata per molti l’ululato dei pellegrini provenienti dal Burkina Faso che ha dato un senso di universalità di questo grande affetto e devozione per la Madonna del Perpetuo Soccorso.

Molti titoli dati a Maria, tendono a localizzarla in un determinato paese o regione. Ma il fascino della nostra Madre del Perpetuo Soccorso è universale, lei trascende i confini della nazione, cultura, lingua e anche la religione. Nelle parole del Libro dell’Apocalisse … Gente di ogni tribù, lingua, popolo e nazione. Le celebrazioni di questi giorni della novena e soprattutto il giorno della festa hanno mostrato come questo sia vero. I fedeli vedono in Maria, una Madre, sempre pronta ad aiutarci, e con il suo Figlio, lei offre abbondante redenzione ed aiuto perpetuo. E la festa e il Giubileo sono stati davvero una celebrazione di questo!

Padre Juventius Andrade, CSsR

IMG_8076

3Y0A2011

3Y0A1432

Print Friendly, PDF & Email

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here