Auguro a tutti un Santo e Gioioso Natale! Michael Brehl C.Ss.R.

0
1480

l’angelo disse loro: “Non temete, ecco vi annunzio una grande gioia, che sarà di tutto il popolo (Lc 2,10)

Cari Confratelli, Sorelle, Missionari laici ed Associati, ed amici,

A nome del Governo Generale, auguro a tutti un Santo e Gioioso Natale! Ancora una volta, ascoltiamo insieme le parole dell’angelo che ci porta la buona notizia di grande gioia : “Oggi… un salvatore è nato per voi ed è il Messia e il Signore… troverete un bambino avvolto in fasce, che giace in una mangiatoia.”

Come Papa Francesco ci ha ricordato questa settimana, “Quando Dio ha voluto capovolgere i valori di questo mondo, si è fatto piccolo in una stalla, con i piccoli, con i poveri, con gli emarginati… La piccolezza… la picolezza di questo Dio …”

Perché questa “piccolezza di Dio”? Il Beato Papa Paolo VI spiegava questo mistero nel Natale nel 1971: “Dio divenne il più piccolo, il più fragile ed il più debole degli esseri. Perché? In questo modo nessuno si sarebbe vergognato di avvicinarsi a lui, nessuno avrebbe avuto paura, tutti si sarebbero avvicinati a lui, in modo che non ci sarebbe stata nessuna distanza tra noi e lui.” Come S. Alfonso scrisse nella sua Novena di Natale, l’amore e solo l’amore è la ragione dell’incarnazione.

La piccolezza di Dio è la solidarietà di Dio con noi nel nostro mondo ferito. Dio diviene tutt’uno con I piccolo della terra – con i rifugiati e gli emigranti, con I senza tetto ed I poveri, con i giovani e gli anziani, con coloro che hanno paura e con coloro che soffrono. Il Redentore non viene tra noi come un conquistatore ma come un bambino. Questo bambino ci invita alla stessa solidarietà con l’altro e con tutti.

Insieme, cerchiamo di vivere la nostra vocazione missionaria come testimoni del Redentore: nella solidarietà per la missione ad un mondo ferito.

Che Dio vi benedica e che tutti voi possiate amare con pace e gioia, riconciliazione e speranza. Maria ci insegna a riflettere questo mistero e a farne Tesoro nei nostri cuori.

Vostro fratello nel Redentore,

Michael Brehl, C.Ss.R.

Print Friendly, PDF & Email