Prima parte del percorso di formazione permanente dei laici redentoristi in Argentina

0
313

(Argentina) – Con grande gioia, vogliamo condividere con tutti voi che abbiamo concluso la prima parte del percorso di formazione permanente per i laici. La formazione è stata effettuata nella nostra casa a Villa Allende (Córdoba) – Argentina, dall’11 al 14 luglio.

Questo percorso vuole essere una risposta alla preoccupazione e al bisogno dei laici di essere formati per rispondere alle sfide del mondo ferito e per camminare insieme nella missione condivisa.

P. Marcelo Pomar, Provinciale de Buenos Aires, insieme allo staff conformato da 2 sacerdoti, 3 laiche e una suora Redentorista.

La dinamica di questa prima parte della formazione è stata quella di ricordare e approfondire la vita di S. Alfonso. Ogni pomeriggio e, alla luce delle loro esperienze, abbiamo preso in esame la nostra vita e il nostro cammino di Redentoristi. Alla fine di ogni giornata, abbiamo celebrato la Santa Eucaristia e abbiamo raccolto con gratitudine tutti i ricordi, i pensieri e le esperienze di vita.

Il primo giorno (ricordare), dopo la presentazione, abbiamo ripercorso la vita di S. Alfonso da Marianella ai tribunali, approfondendo gli elementi del suo tempo, fornendo informazioni biografiche e il suo rapporto con Dio, la sua famiglia, i suoi amici e lui stesso. Nel pomeriggio ci siamo identificati nel cambiamento dei tempi e abbiamo cercato i segni di Dio in questo contesto.

Il secondo giorno (vedere), abbiamo ricordato il periodo di Alfonso dal periodo di prova fino alla sua ammissione al seminario. All’inizio del pomeriggio, il Superiore provinciale, Marcelo Pomar, ci ha molto piacevolmente sorpreso con un saluto del Padre Generale Michael Brehl, nel quale ci ha incoraggiato in questo nuovo cammino di formazione in sintonia con la missione condivisa, sottolineando il protagonismo del laici.

Successivamente, Macarena Sarmiento, una laica redentorista, ha condiviso con noi le esperienze della VI Assemblea della Conferenza dell’America e dei Caraibi.

Nel pomeriggio, abbiamo riflettuto alla luce della Spiritualità dall’inizio, da  Anselm Grün e, infine, abbiamo parlato del Messaggio finale del Capitolo Generale.

Il terzo giorno (preghiera), abbiamo ricordato il cammino di Alfonso dal seminario a Scala, attraverso le cappelle serali del tramonto, il Collegio cinese, le missioni di Scala. Per concludere la mattinata e, come comunità di origine, abbiamo vissuto le cappelle serali: un bel momento di preghiera condivisa. Nel pomeriggio abbiamo visto i modelli ecclesiali e il ruolo del laico. Alla sera, ci siamo goduti le canzoni di Alfonso che sono servite come preparazione per l’ultima mattinata del percorso, che abbiamo voluto come momento di preghiera, silenzio e adorazione durante la celebrazione dell’Eucaristia. Così, di fronte alla Madonna  e, chiedendole di non smettere di proteggerci, ci affidiamo al suo Perpetuo Soccorso e abbiamo così concluso la prima tappa del percorso di formazione permanente per i laici.

Con la certezza dell’inizio di un sogno tanto atteso, siamo tornati alle nostre comunità con l’impegno di condividere l’esperienza.

Uniti nella preghiera, chiediamo allo Spirito Santo di guidare il cammino per una missione condivisa, che non significa altro, che  annunciare insieme l’amore redentore e sempre fedele del nostro buon Dio. Un caro saluto dall’Argentina.

Cintia Cajal
(Per il team di formazione)

Print Friendly, PDF & Email