Ampliare il cerchio attraverso i soci nella Missione condivisa

0
111

“I redentoristi sono consapevoli che la loro missione per la chiesa non può essere realizzata senza i laici che li sostengono. Sono i nostri partner nella missione”.

I redentoristi sin dalla loro fondazione hanno abbracciato la spiritualità di Gesù Redentore. Vediamo l’importanza di ripristinare le persone a una buona relazione con Dio e gli altri. Questo è modellato sull’esempio di Gesù e del Suo desiderio di riportare le persone a Dio, specialmente i peccatori, quelli abbandonati e i poveri.

I redentoristi sono consapevoli che la loro missione per la chiesa non può essere realizzata senza i laici che li sostengono. Sono i nostri partner nella missione (PIM per le sigle in inglese Partners In Mission). Un meraviglioso esempio di questo è attualmente in corso presso il Redemptorist Renewal Center di Tucson, in Arizona, dove un gruppo di persone si è aperto alla spiritualità del Redentore.

Gesù ha portato speranza a tutte le persone. I redentoristi del loro inizio hanno cercato di prestare attenzione a coloro che hanno più bisogno di ascoltare la Buona Novella di Gesù. Sant’Alfonso e i suoi compagni nel 1732 videro questo bisogno nel popolo di Scala, Italia che fu spiritualmente abbandonato in una zona rurale molto povera. Successivamente i Redentoristi hanno continuato questa pratica di proclamare la Buona Novella della Redenzione in tutto il mondo. Tentano di vedere quelli che la società o la chiesa hanno dimenticato. Le buone opere di Gesù continuano attraverso la loro dedicazione alla sua missione in un mondo ferito.

Partners in Mission è il termine generico che i Redentoristi usano per descrivere i molti modi in cui i laici possono collaborare alla missione del Redentorista. Include:

Associazioni redentoriste: include quelle che sono oblati; Co-Redentoristi che sostengono finanziariamente il nostro lavoro vocazionale e gli uomini in formazione; quelli che fanno parte delle confraternite; quelli che hanno una devozione per Nostra Madre del Perpetuo Soccorso; quelli che partecipano alla St. Joseph Mass League; e, tra gli altri programmi, quelli che partecipano a The League of St. Gerard.

I soci redentoristi sono uomini e donne che hanno studiato il carisma e la spiritualità redentoristi. Hanno scelto di impegnarsi temporaneamente a vivere questa spiritualità del redentorista, a partecipare alla C.Ss.R. Circoli per supporto e formazione continui; e hanno scelto un ministero personale come manifestazione dell’amore redentore di Dio.

Collaboratori laici: quelli che pregano per il successo della missione; coloro che offrono volontariamente il loro tempo e talenti anche nelle parrocchie redentoriste; quelli che sostengono finanziariamente il ministero e quelli che lavorano con i Redentoristi in una moltitudine di modi.

Laici Missionari del Santissimo Redentore: uomini e donne che partecipano come Redentoristi Associati, ma cercano di essere attivi nel Ministero dei Redentoristi. Pur continuando con la sua partecipazione alla C.Ss.R. Circolo, questa persona inizierà un programma di formazione di due anni che si concentra su una comprensione più profonda della spiritualità e della formazione redentorista in preparazione di un ministero attivo nella provincia di Denver. Un impegno con i Redentoristi può essere accettato dopo il completamento del programma.
I redentoristi non sono soli in questo compito; veramente, molti uomini e donne sono stati commossi dall’esempio di Gesù Redentore. Il desiderio di imitare la compassione che Gesù mostrò agli altri, specialmente il più piccolo nella società, è l’ispirazione della spiritualità di queste persone. Anche se potrebbero non essere consapevoli della loro connessione con la Famiglia Redentorista, condividono con noi questo desiderio fondamentale di far sentire Gesù il Redentore oggi con parole e azioni.

Coloro che hanno fatto di questo la loro chiamata battesimale possono trarre vantaggio dal contatto con la Famiglia Redentorista. Condividiamo lo stesso carisma e spiritualità che parla ai loro cuori e ai nostri. I professi redentoristi sono chiamati dalla Chiesa cattolica a proclamare questo messaggio nella chiesa e nel mondo. Questa è la missione che la chiesa ha conferito alla congregazione. Essere un Redentorista Associato è ora un’opportunità per coloro che vogliono essere sostenuti nella loro chiamata personale da Gesù Redentore e dalla nostra congregazione. I laici che diventano Redentoristi associati accetteranno questa chiamata partecipando alla C.Ss.R. Circolo per crescere con noi mentre ci sforziamo di maturare in questo carisma. I Redentoristi vedono la partecipazione dei laici come una benedizione poiché più persone sono coinvolte in questa particolare missione basata sul messaggio evangelico di Gesù.

L’opportunità di diventare Redentorista Associato nella Provincia di Denver è ancora in fase di sviluppo da parte del gruppo di lavoro dei PIM. Questo gruppo ha recentemente presentato le linee guida per il processo al governo provinciale della provincia di Denver. Queste linee guida sono state approvate e vengono inviate ai Redentoristi per l’implementazione nelle comunità locali. Ci sono anche circoli virtuali in via di sviluppo che possono riunire le persone che hanno fatto parte di un circolo o coloro che non vivono vicino a una comunità redentorista. L’opportunità di diventare un Redentorista associato non esisteva fino a quest’anno. C’è eccitazione mentre la Provincia di Denver avanza con la creazione di nuovi circoli e invita i laici nella nostra spiritualità e missione.

Per avere più informazioni contattare padre Greg May, C.Ss.R., alla mail PIM@redemptorists-denver.org

(www.redemptoristsdenver.org)

Print Friendly, PDF & Email