Incontro delle équipe missionari a Siviglia

0
275

Il 23 e 24 settembre ci siamo incontrati presso la parrocchia del Santissimo Redentore a Siviglia: undici missionari dediti alle missioni parrocchiali in Spagna. Di loro, tre del Cesplam Missionary Team; altri tre dell’equipe della provincia clarettiana di Fátima e cinque membri delle due province spagnole di Paúles.

I due giorni di lavoro si sono concentrati sull’avvio di un itinerario di riflessione comune per esplorare nuove strade di evangelizzazione in questo momento di incertezza che la pandemia porta con sé. Abbiamo avuto modo di avvicinarci ad un’analisi sociologica del presente, nonché di cercare le nuove sfide che questa situazione pone alla Chiesa. Siamo stati anche in grado di analizzare i punti di forza e di debolezza dell’attuale schema di missione; intravedendo anche minacce e opportunità di questo contesto sociale e storico che viviamo. Durante l’incontro ha risuonato con forza la preoccupazione di portare il messaggio del Vangelo ai giovani, di promuovere una presenza su internet e sui social network e di connettersi in modo più preciso con le parrocchie urbane. Tutto questo senza rinunciare all’essenza stessa della missione itinerante che cerca l’incontro personale e il consolidamento di comunità di fede vive.

Il desiderio delle tre équipe di missionari è di continuare questa riflessione e lavorare insieme nei mesi successivi, aggiungendo la ricchezza dei rispettivi carismi. Perché, in questo tempo di pandemia, possiamo uscirne rinnovati e aiutare la rivitalizzazione missionaria di quelle comunità che lo richiedono.

Victor Chacón, CSsR

Print Friendly, PDF & Email