La pastorale redentorista dei non udenti plaude al nuovo servizio del linguaggio dei segni del Vaticano

0
166
Father Len Broniak, C.Ss.R.

HOUSTON – La domenica di Pasqua, 4 aprile, l’udienza generale di Papa Francesco in livestreaming e l’Angelus e il Regina Coeli (Regina del Cielo) sono andati formalmente in diretta con il lancio da parte del Vaticano di un nuovo servizio del linguaggio dei segni sul suo account YouTube.

Padre Len Broniak, C.Ss.R., cappellano e direttore del programma della pastorale dei non udenti dell’Arcidiocesi di Galveston-Houston, ha detto: “È un grande passo avanti per il libero accesso ai messaggi del Papa. Sono contento che la consapevolezza stia crescendo”.

L’Arcidiocesi ha servito la comunità cattolica non udente per più di 50 anni, sostenuta dal Fondo dei Servizi Diocesani, ma questo non è stato così nelle diocesi più piccole, ha detto.

La comunità non udente è stata trascurata per molto tempo. Spero che questo accresca la consapevolezza dei vescovi in tutto il mondo”, ha detto padre Broniak.

Il nuovo progetto del Vaticano “Nessuno è escluso” è uno sforzo per raggiungere le persone con disabilità, compresi i piani per sviluppare altri strumenti tecnologici che aiuterebbero i disabili, comprese le persone con problemi di vista e sensoriali, ad accedere più facilmente ai contenuti papali.

Mentre la pandemia da coronavirus ha isolato molte persone, quelle con disabilità si sono sentite ancora più tagliate fuori dalla società, ha detto il diacono Bruce Flagg, recentemente ordinato quest’anno come uno dei pochi diaconi non udenti nel paese.

Anche coloro che potevano leggere le labbra erano in svantaggio con la maggior parte di tutti quelli che indossavano maschere.

Assistendo Padre Broniak, il diacono Flagg ha detto: “Prima di tutto, come membro della comunità non udente, voglio ringraziare Papa Francesco per la sua dedizione all’inclusione a favore dei non udenti di tutto il mondo. Sento di essere un destinatario diretto delle sue considerazioni nel portare Cristo a tutte le persone”.

“Predico ogni due domeniche. Questo compito richiede un’intera settimana di ricerca, scrittura, riscrittura e ricezione di una critica da parte di mia moglie. Ricordate che il linguaggio dei segni americano è una lingua completamente diversa dall’inglese, quindi non c’è una traduzione parola per parola, ma di concetto”, ha detto.

Sebbene il numero di parrocchiani non udenti fluttui intorno ai 250, c’erano stati circa 75 parrocchiani che frequentavano le Messe domenicali offerte dal Centro non udenti di San Domenico alla Cappella Warren, 2403 Holcombe Blvd. ma questi sono stati messe in attesa fino a quando le restrizioni della pandemia saranno revocate. Ora le messe sono alla Holy Ghost Catholic Church nella palestra la domenica alle 11, con soltanto circa 25 parrocchiani che assistono. Inoltre, queste messe ora sono registrate e pubblicate su YouTube per coloro che sono a casa.

Padre Broniak, che conosce tre lingue inglese, spagnolo e ASL, ha detto: “È stata una settimana post-pasquale molto impegnativa con due battesimi, due morti e un funerale” che hanno coinvolto famiglie con membri non udenti.

Il diacono Flagg è d’accordo sul programma intenso: “Assisto padre Len ad ogni messa. Ho anche fornito la catechesi sul Rito del Battesimo per due famiglie e alla fine ho battezzato entrambi i bambini la domenica di Pasqua!”

“Nessuno mi ha mai spiegato la pura gioia che avrei ricevuto battezzando un bambino o facendo parte della vita di qualcuno. Per me, questa è stata la più grande benedizione da quando sono stato ordinato”, ha detto.

Le Messe locali della pastorale dei non udenti sono disponibili sul sito Facebook e su YouTube all’indirizzo https://youtu.be/Vu8h3XGpHn8, mentre il sito del linguaggio americano dei segni del Vaticano è all’indirizzo https://e.va/asl. †

Per Jo Ann Zuñiga (Cortesia Texas Catholic Herald.) en redemptorists.com

Print Friendly, PDF & Email