Bielsko-Biała: Professione Perpetua di Sr. Isabella

0
137

Il 26 giugno 2021, nella comunità delle Suore Redentoriste a Bielsko-Biala (Polonia) ha avuto luogo la professione solenne dei voti di Sr. Izabela Stokłosa, che sette anni fa si è unita a questa comunità. Lì completò tutta la sua formazione iniziale, e alla vigilia della festa della Madonna del Perpetuo Soccorso, con i voti solenni, divenne la sposa di Gesù Redentore, già per l’eternità, inserendosi pienamente nella missione che Dio Padre, attraverso la Beata Maria Celeste Crostarosa, ha donato all’Ordine del Santissimo Redentore e alla comunità di Bielsko-Biala.

Con i suoi voti solenni, suor Izabela ha deciso, insieme alle sue sorelle, di essere una radiosa testimonianza dell’amore di Dio per ogni essere umano e di abbracciare tutti nella Chiesa e fuori di essa con la preghiera, l’amore e il sacrificio della sua vita.

Suor Izabela matura per questo momento solenne sui sentieri che il Signore aveva scelto per lei. Durante i suoi studi accademici presso l’Università Cardinale Stefan Wyszynski (UKSW) di Varsavia, è stata attivamente coinvolta nel ministero accademico e ha fatto parte di una comunità di formazione ed evangelizzazione. In quel momento stava discernendo la sua vocazione.

La solenne liturgia è stata presieduta da mons. Roman Pindel, Vescovo della diocesi di Bielsko-Żywiec, e concelebrato da alcuni sacerdoti redentoristi e diocesani. Erano presenti anche alcuni novizi redentoristi e studenti del Seminario Maggiore.

Il Rev. Waldemar Chrostowski, professore della UKSW, ha pronunciato l’omelia. Ha posto la domanda: “Chi può contribuire maggiormente al rinnovamento della realtà…” e ha risposto: “Coloro che offrono la loro vita a Dio con la massima forza possibile. Non attraverso discussioni, non attraverso polemiche, non attraverso dispute e discussioni su Internet e televisione, ma la testimonianza credibile della propria vita, una testimonianza data nel silenzio e nella concentrazione, nella fiducia nel Signore Dio.

Spiegando il significato della vita religiosa contemplativa, il professor Chrostowski ha detto: Le suore con la loro devozione sono necessarie per proteggere il mondo e la Chiesa dalla disperazione, dalla solitudine e dalla disperazione. Pertanto, nella vita religiosa, è evidente che l’unità inscindibile è speranza alimentata dalla fede, che trova espressione nella preghiera. Fede, speranza e preghiera sono i volti dell’amore radicato in Dio.

La celebrazione è iniziata con una processione. Suor Isabella portava tra le mani una lampada d’oliva accesa, e sicuramente allo stesso tempo portava nel cuore la presenza viva di Cristo.

La lampada accesa indica la volontà di Suor Isabella di prendersi cura e sforzarsi affinché la Luce di Cristo sia forte e luminosa dentro di sé, la comunità in cui vive e la Chiesa per illuminare i sentieri di fede dei nostri fratelli e sorelle.

La comunità delle Suore Redentoriste a Bielsko-Biala è stata fondata nel 1989 e conta attualmente 17 suore. Da questa comunità nascono 4 nuove fondazioni dell’Ordine – in Slovacchia, Kazakistan e Ucraina.

Sr. Kazimiera Kut, O.Ss.R.
Foto: Konrad Kokosa

Print Friendly, PDF & Email