Appello per Haiti, lettera di padre Michael Brehl

0
159

19 agosto 2021

TESTIMONI DEL REDENTORE:
Solidali per la Missione in un Mondo Ferito

Cari Confratelli, Sorelle e Partner nella Missione,

Il 14 agosto 2021, alle 8:30 ora locale, un violento terremoto di magnitudo 7,2 ha colpito la regione meridionale di Haiti. Sebbene la scossa sia stata avvertita in tutto il paese, si segnalano danni significativi e perdite di vite umane soprattutto a Jérémie e Les Cayes. Da un tragico bilancio, ancora provvisorio, si evince che più di 2.100 persone hanno perso la vita. Altre migliaia sono ferite e disperse. E molte altre famiglie sono ora senza casa. La situazione è abbastanza disperata per molte persone a sud del paese.

I nostri Confratelli nel sud del paese sono tutti al sicuro, ma le nostre case a Jérémie, Fonfrede e Chateau sono state gravemente danneggiate. Stanno cercando di assistere le persone che sono state colpite più gravemente e che hanno perso tutto. In particolare, stanno cercando tende e kit per l’igiene, oltre al cibo.

Alcuni giorni dopo il sisma, la tempesta tropicale Grace ha aggravato la situazione per molte famiglie del sud. Tutto questo avviene in un momento in cui Haiti sta vivendo una crisi socio-politica, umanitaria, economica e di sicurezza senza precedenti, con l’assassinio del presidente e l’instabilità generale.

I Confratelli di Haiti ci chiedono di pregare per loro e per la gente. Questa comunione di compassione e di preghiera è una forza e un segno di solidarietà molto importante ed essenziale. In questo momento così difficile sollecito ogni comunità redentorista a includere il popolo sofferente di Haiti nella loro preghiera comunitaria.

La solidarietà ci spinge anche ad un’azione concreta. Come Congregazione, esorto tutti noi  ad agire su due livelli: rispondendo ai bisogni immediati e urgenti del popolo haitiano attraverso il sostegno finanziario e le donazioni; e pianificando come possiamo sostenere la Regione di Port-au-Prince nei prossimi mesi ed anni mentre ricostruisce le case e le opere danneggiate, e mentre aiuta il suo popolo.

In primo luogo, vi invito a considerare di contribuire alla raccolta di fondi a sostegno di Haiti nel vostro paese, e ad incoraggiare la vostra gente a fare lo stesso. Se non siete sicuri su come contribuire in modo che vada alla gente di Haiti, Caritas International (caritas.org) ha già iniziato gli aiuti di emergenza e accoglie le donazioni. Alcune province hanno ONG che potrebbero già avere contatti e infrastrutture ad Haiti. Alcuni paesi hanno anche iniziato campagne di raccolta fondi per gli aiuti di emergenza.

In secondo luogo, che è più a medio e lungo termine, il Governo Generale studierà come possiamo mettere in atto un piano di assistenza continua. In futuro ulteriori informazioni saranno inviate alla Congregazione.

La situazione ad Haiti è urgente. Chiedono il sostegno delle nostre preghiere e la nostra compassionevole preoccupazione. Possiamo, inoltre, offrire un sostegno finanziario concreto per rispondere ai bisogni immediati più urgenti.

Possa la Madonna del Perpetuo Soccorso, patrona del popolo haitiano, accompagnarli e consolarli! Che Dio benedica e protegga soprattutto i più vulnerabili in questo mondo ferito!

Vostro fratello in Cristo nostro Redentore,

Michael Brehl, C.Ss.R.

Print Friendly, PDF & Email