Albania: nuovo confratello e visita del Coordinatore d’Europa

0
173

Nuovo confratello nella missione albanese

L’11 settembre P. Zbigniew Kwiecien, della Provincia di Varsavia, si è unito alla comunità interprovinciale dell’Albania. Non è la sua prima esperienza missionaria, perché ha trascorso anni in Argentina, annunciando la Buona Novella nelle grandi steppe del Sudamerica. Ha svolto il suo ministero anche nella sua provincia di origine, sia nelle parrocchie, nelle scuole e nella predicazione straordinaria. Con la sua incorporazione, la Missione albanese, ancora una volta, è composta da tre confratelli, due polacchi e uno spagnolo. Ed è ancora aperto a nuovi missionari che vogliano dedicarsi all’annuncio del Vangelo nei Balcani.

Visita del Coordinatore dei Redentoristi d’Europa e del suo Consiglio

Dal 25 al 28 ottobre, il P. Coordinatore d’Europa, Johannes Romëlt, i suoi consiglieri, p. Gianni Congu e Piotr Chyla, insieme al segretario del consiglio, P. Piotr Sulkowski, hanno compiuto una visita fraterna alla Missione Interprovinciale d’Albania.

Dopo un caffè di benvenuto in comunità, tutti i confratelli (in tutto 7, come i diaconi degli Atti degli Apostoli) si sono recati nella città portuale di Valona, ​​culla dell’Indipendenza del Paese e sede del Vescovo dell’Amministrazione Apostolica del Sud Albania, Mons. Giovanni Peragine. Con lui, hanno tenuto un incontro per conoscere le sfide evangelizzatrici nel sud del Paese, dove lo scorso mercoledì delle ceneri è iniziata una nuova presenza redentorista. Le parole del vescovo sono state accolte molto bene dai confratelli, evidenziando che la presenza redentorista nel sud dell’Albania è totalmente diversa da quella che abbiamo nella città di Kamëz dal 2014: è una missio ad gentes dove sono richieste pazienza e apertura allo Spirito Santo, visto il piccolo gruppo che i cattolici rappresentano in quelle zone del Paese.

Il giorno successivo, 26 ottobre, i confratelli e il consiglio della CRE hanno iniziato la giornata con la celebrazione eucaristica presieduta da Mons. Peragine nella cappella della casa episcopale. Dopo colazione salutarono il vescovo e partirono per Gjirokastra, la nuova stazione missionaria redentorista. Argirocastro è un sito del patrimonio mondiale dell’UNESCO. Nel pomeriggio ritorno a Kamëz, alla comunità redentorista, dove il 27 ottobre si sono tenuti gli incontri per condividere l’esperienza e il progetto per il futuro, rafforzati ora dalla presenza di P. Zbigniew nella comunità interprovinciale.

Infine, il 28 ottobre, i confratelli e i membri del consiglio della CRE si sono recati a Tirana, dove hanno incontrato l’Arcivescovo di Tirana-Durrës, Mons. George Frendo OP, e hanno celebrato l’Eucaristia nella Cattedrale di San Paolo di Tirana, prima di tornare a Roma.

Laureano Del Otero CSsR

Print Friendly, PDF & Email