In Africa e Madagascar è iniziata la prima fase del Capitolo Generale dei Redentoristi

0
561

La prima fase del 26° Capitolo Generale dei Redentoristi è iniziata in Africa e Madagascar. Tutto online, ci sono partecipanti in rappresentanza di 13 paesi in Africa e altri da Roma, Brasile e Irlanda.

Lunedì 17, padre Mike Brehl CSsR, il Superiore Generale, parla alla Conferenza Redentorista Africa e Madagascar mentre la prima fase del Capitolo Generale Redentorista prende slancio.

Padre Gerard, a nome di un gruppo di partecipanti, conduce un momento di preghiera nel secondo giorno del raduno e ricorda teneramente Bradburne, Edwin e Tariro, i novizi Redentoristi che sono morti tragicamente il giorno di Natale nello Zimbabwe.

Ottima presentazione di p. Brendan Kelly sui vari dipartimenti nella Curia della Congregazione a Roma. Egli ha anche spiegato il processo del Capitolo Generale.

Il Coordinatore dei Redentoristi in Africa e Madagascar, p. Noel Sottima, ha consegnato la sua relazione al processo del Capitolo. Noel è del Benin e ha vissuto in Burkina Faso, Roma e Nairobi.

Affascinante contributo di padre Patrice Nyanda del Burkina Faso, parlando sul tema dei 75 anni di storia dei Redentoristi in Niger e Burkina Faso.

padre Patrice Nyanda

(da Twitter: Africa & Madagascar @COREAM_ie)

La prima fase del 26° Capitolo Generale si svolge online, a causa delle restrizioni di viaggio dovute al Covid-19, dal 16 al 25 gennaio. Riunisce 26 partecipanti, tra cui p. Michael Brehl CSsR, superiore generale e tre membri del governo generale. Padre Joaquim Parron CSsR e Bento Katchingangu CSsR sono i moderatori dell’assemblea.

È la seconda volta che il Capitolo Generale si svolge in tre fasi che offrono possibilità per una partecipazione sempre più ampia al processo del Capitolo Generale, compreso il processo decisionale e l’attuazione delle decisioni. Ogni Provincia, Vice-Provincia, Regione e Missione è rappresentata agli incontri della prima fase, organizzati tra gennaio e giugno 2022 in ciascuna Conferenza. Durante la prima fase, i delegati studieranno e discuteranno a fondo le varie relazioni, le questioni che saranno affrontate dal Capitolo generale e tutte le proposte di azione. Possono anche preparare proposte da presentare nella seconda fase, che inizierà a Roma l’11 settembre di quest’anno.