Filippine: il Santo Niño e i Redentoristi

0
337

Dopo tre anni di sospensione forzata a causa del Covid-19, domenica 15 gennaio più di tre milioni di devoti hanno partecipato alla celebrazione del Santo Niño de Cebu, la festa popolare che ogni anno rende omaggio alla venerata immagine locale del Bambino Gesù. .

È una benedizione assistere alla più grande festa delle Filippine e alla sua solennità trasmessa nella processione, nei balli, nei costumi e nelle persone provenienti da tutto il mondo che si riuniscono per vedere la bellezza della sua tradizione. Poiché la loro immagine è ciò che unisce le Filippine, dalla fede alla cultura e all’identità, il popolo filippino non celebra solo la propria festa, ma anche la nascita del Paese.

Il festival Sinulog-Santo Niño è il primo e il più grande festival culturale e religioso (cattolico) a Cebu City, nelle Filippine, che si tiene la terza domenica di gennaio di ogni anno. In occasione della Festa Nazionale del “Santo Niño” in tutto il territorio delle Filippine si svolgono diverse celebrazioni a cui partecipano centinaia di migliaia di fedeli. A Cebu la piccola statua del “Santo Niño”, una delle reliquie cristiane più antiche del Paese, viene portata in processione dalla Basilica Minore, attraverso una grande processione fluviale.

Non tutti, però, conoscono un particolare che lega questa festa alla Congregazione del Santissimo Redentore.
Infatti, a Cebu, i Redentoristi gestiscono la chiesa di Nostra Madre del Perpetuo Soccorso.
Stabilirono la loro presenza nelle Filippine in un momento in cui i frati spagnoli se ne stavano andando dopo la rivoluzione filippina nel 1898.

Prima della costruzione della chiesa, Nuestra Madre del Perpetuo Socorro, era una cappella del monastero che fu inaugurata il 2 agosto 1929. Svolse un ruolo fondamentale nella custodia dell’immagine dell’amato Santo Niño de Cebu verso la fine del la seconda guerra mondiale.
Cebu è stata oggetto di pesanti bombardamenti da parte delle forze statunitensi che hanno causato una distruzione diffusa. La chiesa di Santo Niño è stata danneggiata e una bomba è caduta davanti all’altare dove si trovava l’immagine consacrata, che si è salvata di pochi metri.

Questo è stato il motivo per cui l’immagine miracolosa del Santo Niño de Cebu è stata conservata in una cassaforte d’acciaio dal settembre 1944 all’aprile 1945. Questa è stata collocata dietro l’altare maggiore di Nostra Madre del Perpetuo Soccorso nella Cappella del Monastero Redentorista.

(Foto della Basilica Minore del Santo Niño de Cebu)

Puoi leggere di più sull’argomento qui:

HOW THE ORIGINAL STATUE OF THE STO. NINO DE CEBU SURVIVED THE WORLD WAR II