Trasferimento della missione dalla provincia di San Clemente alla provincia di Liguori

0
1618

(Libano, 10 maggio 2017) – Il 10 maggio è stata una giornata storica e un momento di grazia per la Congregazione del Santissimo Redentore e la Chiesa libanese perché la missione redentorista fu consegnata alla provincia di Liguori, India dalla provincia di San Clemente dopo due anni e mezzo di preghiera, riflessione, studio e sperimentazione.

La Missione dei Redentoristi in Libano è stata fondata dai confratelli fiamminghi nel 1953 come presenza redentorista nella regione delle Chiese orientali. Nel 2005 è stata fondata la provincia di S. Clemente composta dalla provincia di Bruxelles e da tre vicine province europee dei Redentoristi. Da allora, la provincia di San Clemente ha assunto la responsabilità della missione in Libano. Per garantire la prosecuzione della presenza redentorista in Libano, la Provincia di San Clemente ha invitato la Provincia di Liguori agevolata dal governo generale dei Redentoristi per la missione libanese nel novembre 2014.

La visione di questa missione è che la presenza delle Chiese cristiane in Medio Oriente è così antica come importante. I Papi hanno costantemente insistito sull’importanza di questa presenza e soprattutto negli ultimi 50 anni, le congregazioni religiose sono state invitate a stabilire una presenza che riesca a sostenere, sviluppare e nutrire le Chiese cristiane. I Redentoristi hanno accettato questo invito molto impegnativo. Come Congregazione missionaria, ci sforziamo di essere una testimonianza apostolica preziosa e vivace alla “Copiosa Redemptio” tra i popoli del Libano per la nostra presenza permanente in un mondo ferito.

La Missione Redentorista in Libano è costituita dalla Casa Redentorista di Jdeidet-el Metn (Bouchrieh) a Beirut. C’è una casa, una scuola che viene affittata e una cappella attaccata alla scuola. Al momento due confratelli della Provincia di Liguori, p. Binoy Mandapathil e p. Binoy Antony Uppumackal, e un confratello fiammingo, p. Timon De Cock, il pioniere della missione vivono nella casa dal novembre 2014. Ci sono più proprietà appartenenti alla Missione Redentorista a Roumieh e Harriet-El Bellaneh nei sobborghi di Beirut.

Per celebrare questo evento nel 20 anniversario della visita del Santo Padre Giovanni Paolo II al Libano, c’erano molti ospiti distinti per i festeggiamenti. Il Rev. padre Michael Brehl, superiore Generale, l’Arcivescovo Gabriele Caccia, Nunzio Apostolico, Mons. Cesar Essayan, Vescovo latino di Beirut, padre Johannes Romelt, provinciale della provincia di S. Clemente, p. Timon De Cock, il pioniere della missione, il sig. Sasi Kumar, console dall’ambasciata indiana, i rappresentanti dell’esercito, della municipalità e altri funzionari del governo. C’era una riunione di 150 persone per la messa seguita dall’incontro pubblico e da un cocktail party. Il padre generale nella sua omelia ha sottolineato la dimensione missionaria della vocazione redentorista, in occasione della commemorazione di tre eventi proprio il ​​10 maggio, il 65 anniversario dell’ordinazione di p. Timon De Cock, il pioniere della missione, il trasferimento della missione e il giubileo della Madre del Perpetuo Soccorso.
È stata una grande giornata di gioia e di ringraziamento per i confratelli, nella quale si ha pregato con gratitudine per p. Timon per la sua dedizione, visione e sacrifici per la missione.

P. Joy Poonoly, C.Ss.R

Provincia di Liguori – 5100