Nuova missione redentorista creata a St. Vincent, nelle Indie occidentali

0
205

Una nuova missione redentorista è stata inaugurata sull’isola di St. Vincent, nelle Indie occidentali, e i confratelli che lavorano nella regione dei Caraibi (Dominica, St. Lucia e St. Vincent) si sono incontrati sull’isola per un’assemblea dal 10 al 12 dicembre.

Anche se la Provincia di Baltimora ha restituito alcune parrocchie dei Caraibi a varie diocesi, il Consiglio provinciale straordinario della provincia ha discernuto che la nuova missione era in linea con il carisma redentorista e ha accettato l’invito dello Spirito Santo a intraprendere questo ministero. La missione è guidata da padre Kevin Murray, C.Ss.R., e da fratello Gerard St. Hilaire, C.Ss.R., entrambi precedentemente installati a St. Lucia, nelle Indie occidentali.

Il 3 novembre 2019, due giorni dopo l’arrivo dei Redentoristi a St. Vincent, nella contea di Gerard, Rev. Gerard, CSSp., Il vescovo di Kingstown, St. Vincent e Grenadine, Antille, ha installato padre Murray come parroco della Parrocchia di San Benedetto. La parrocchia ha ospitato un Triduum dal 4 al 6 dicembre come parte dell’inaugurazione della missione. Padre Ako Walker, C.Ss.R., ha predicato sui temi dello Spirito Santo, dell’Eucaristia e di Maria.

Padre Paul Borowski, C.Ss.R., Superiore Provinciale della Provincia di Baltimora, ha presieduto la Messa  domenica 8 dicembre. In questa Messa, ha esortato i parrocchiani a concentrarsi su Gesù e li ha sfidati a collaborare pienamente con la provincia nella missione di St. Vincent. Ha paragonato le nostre vite e il nostro rapporto con Gesù alle strade di St. Vincent: molti angoli tortuosi.

Mentre è ideale che il sentiero per Gesù sia dritto e certo, ha detto, dobbiamo fidarci completamente di lui perché – come per le strade dell’isola – è difficile vedere cosa c’è dietro l’angolo. Affidando la missione a Maria, ha ricordato ai suoi uditori il suo sì, la sua completa fiducia e fede in Dio. Maria, ha detto, deve essere l’esempio dei Redentoristi quando i confratelli iniziano il ministero parrocchiale e l’evangelizzazione a St. Vincent.

Più tardi nel pomeriggio parrocchiani ed operai che avevano contribuito a rinnovare l’edificio non utilizzato come residenza redentorista si sono radunati per un barbecue. Prima di mangiare, Mons. County ha benedetto la residenza, che è stata giustamente chiamata Liguori House.

La prima mattina dell’assemblea, il vescovo County ha guidato i confratelli in ritiro. Usando il brano evangelico dell’Annunciazione, ha ribadito la necessità di essere fedeli e aperti proprio come lo era Maria. Ha osservato che sebbene tutte le persone abbiano i propri progetti e obiettivi nella vita, dobbiamo rimanere aperti al progetto di Dio nelle nostre vite.

Ha anche usato il documento della Vita Apostolica per guidare i confratelli attraverso ciò che significa il ministero redentorista in un mondo ferito e come devono rispondere attivamente alla loro vocazione in modo tangibile e concreto. Ha invitato i confratelli ad amarsi l’uno con l’altro mentre vivono la sfida della vita in comunità. Anche mons. County ha presieduto la Messa di apertura dell’assemblea, segnalando nuovamente la sua profonda gioia per la presenza dei Redentoristi nella sua diocesi.

Durante le sessioni plenarie, guidate da padre Borowski, con l’assistenza di padre Matthew Allman, C.Ss.R., secondo consigliere della provincia, i confratelli hanno discusso dello stato della provincia di Baltimora, della Conferenza nordamericana e della congregazione mondiale, con enfasi speciale sulla ristrutturazione. Le discussioni si sono anche incentrate sulla formazione e le vocazioni, il piano per la vita comunitaria e la Casa di ritiro del Santo Redentore in Dominica.

L’assemblea si è conclusa il 12 dicembre, festa di Nostra Signora di Guadalupe, con messa e rinnovo dei voti.

P. Ako Walker, C.Ss.R.

Print Friendly, PDF & Email