Missione quaresimale redentorista online – Provincia di Bangalore

0
78

La prima missione in assoluto, che raggiunge i più abbandonati in un momento di pandemia globale!

(Bangalore, India) – La pandemia globale – COVID 19 ha portato il mondo ad una paralisi, con il coronavirus mortale che rivendica già così tante migliaia di vite in tutto il mondo. Ciò ha costretto la maggior parte del mondo a chiudere tutto in modo da garantire che le persone rimangano al sicuro nelle proprie case attraverso un blocco al fine di prevenire un’ulteriore diffusione del virus e la perdita di vite umane.

Come risultato di questo blocco e periodo di quarantena, i Redentoristi sono stati obbligati ad annullare tutte le loro missioni quaresimali in tutta l’India. Abbiamo dovuto pensare fuori dagli schemi per vedere come i Redentoristi della Provincia di Bangalore, avrebbero potuto ancora raggiungere le persone private dei servizi della Chiesa in questo momento di crisi globale e incertezza, e quindi portare il messaggio di speranza e conforto dove si trovano le persone.

Grazie al Redemptorist Media Center, Bangalore e all’iniziativa di P. Charles Vijay e il suo team, P. Juventius Andrade e P. Joe Royan si trovano a prestare servizio in questa prima avventura di una missione online. In 3 giorni, il team ha pianificato la missione di una settimana dal 29 marzo al 4 aprile 2020 con temi pertinenti e contenuti adeguati al fine di rispondere urgentemente a una situazione di crisi con il messaggio della grazia redentrice. Il programma ha previsto una Eucaristia quotidiana alle 7 del mattino con una riflessione sulla lettura del giorno. La preghiera di comunione spirituale composta da sant’Alfonso Liguori è stata pregata in ciascuna delle messe che sono state trasmesse in rete. Il servizio serale era costituito da un periodo di preghiera, un annuncio cherigmatico della Parola di Dio e si concludeva con la Benedizione.

La risposta da tutto il mondo  è stata clamorosa. Oltre 4000 case sono state collegate tramite i loro telefoni cellulari, TV e computer e diverse migliaia hanno continuato a vederlo dopo la fine delle sessioni live. Siamo stati inondati di messaggi e immagini ogni giorno su quanto fossero grati ai Redentoristi per aver portato la Parola di conforto di Dio e di speranza in un momento in cui le Chiese sono chiuse e l’Eucaristia quotidiana che era fonte di forza per così tanti non era possibile.

Nonostante il blocco durante la notte, il Media Center ha organizzato in così breve tempo con un budget ridotto, attrezzature di base e personale limitato (non più di 4 persone) a causa del distanziamento sociale. Ma ciò non ha attenuato l’entusiasmo del team dei PP. Juventius Andrade, Charles Vijay e Joe Royan. La loro passione per la Parola di Dio e il sostegno della preghiera dei confratelli hanno fatto in modo che il motto di San Clemente Hofbauer prendesse corpo: predicare il Vangelo in modo sempre nuovo. Questo si è dimostrato vero, in molti modi diversi, l’impresa non solo ha dato i suoi frutti, ma è risultata anche essere  una grande promessa per il futuro.

P.  Joe Royan, C.Ss.R

Print Friendly, PDF & Email