Restauro della Iglesia San Alfonso a Riobamba, Ecuador

0
235

Potrebbe essere che la Chiesa di San Alfonso de Riobamba sia la chiesa più antica costruita dai Redentoristi in America Latina e che sia stata benedetta già da 140 anni (1 agosto 1881) e i cui piani preparati da Fratello Teófilo furono usati per le Basiliche Perpetuo Socorro e San Alfonso de Cuenca e il Sacro Cuore del Cile.

L’antica e quasi inutile chiesa dei Padri Agostiniani che ci hanno consegnato in occasione della fondazione dei Redentoristi in Ecuador (13 maggio e 15 luglio e 31 luglio 1870) a Cuenca e Riobamba, rispettivamente, è crollata clamorosamente sul 4 maggio 1871, con Fratello Álvaro Tornero quasi morto sepolto tra le macerie. Di fronte a questo doloroso evento, il Padre Superiore Pedro Didier ha pronunciato queste parole “ergo faciamus novam”, confidando solo nella Provvidenza di Dio e nell’opera coraggiosa e determinata dei suoi confratelli e nella generosità della gente di Rio de Janeiro. Collaborò anche l’allora Presidente della Repubblica, il dott. Gabriel García Moreno.
Con i progetti preparati da Fratel Teófilo e sotto la sua stessa direzione, i lavori sono iniziati in mezzo a enormi difficoltà dovute alla mancanza di manodopera qualificata e alla mancanza di materiali, e poi, molti di questi sono stati portati dalla Francia. Alcuni andarono perduti a causa dell’affondamento della nave a Capo Horn. La monumentale costruzione durò 9 anni e il 1 ° agosto 1881 fu benedetto questo magnifico tempio, che è stato un centro di sostenuta e profonda evangelizzazione dove sono venute persone di ogni condizione e fortuna, in particolare i “più poveri e abbandonati” e da dove iniziarono i missionari per Buga, Lima, Santiago e Piura.

Il Comune di Riobamba, con un costo che sfiora i 67.000 dollari, ha restaurato le torri, la facciata e la pavimentazione, con pietra scolpita, dell’atrio della Chiesa. Tutto è stato fantastico e molto bello. I Redentoristi hanno dovuto restaurare i tetti e l’interno del tempio e le pareti esterne. È stato un duro lavoro e molta pazienza, poiché non ci è stato permesso di cambiare un chiodo senza il permesso del Patrimonio Nazionale, poiché la Chiesa è stata dichiarata Patrimonio Nazionale.

Il 5 aprile la signora architetto incaricata dal I. Comune per il restauro delle torri e dell’atrio, ha già consegnato i lavori con piena soddisfazione. Il Comune ci consegnerà intorno al 21 di questo mese, in occasione dei festeggiamenti di Riobamba.

Padre Ángel Montesdeoca V., C.Ss.R.

Print Friendly, PDF & Email