Sudafrica: mese delle donne

0
159

Il 9 agosto 1956, oltre 20.000 donne hanno marciato sul centro governativo (Union Buildings) a Pretoria, in Sudafrica, per protestare contro le “leggi sui lasciapassare” dell’apartheid. Ora, quel giorno (9 agosto) è un giorno festivo e tutto il mese di agosto è designato come mese delle donne.

Quest’anno la comunità redentorista nella nostra parrocchia di St Mary’s, Retreat, Cape Town, ha deciso di celebrare il mese della donna dedicando la Novena settimanale in onore della nostra Madre del Perpetuo Soccorso ai problemi delle donne. Ogni settimana una donna diversa è stata invitata a condividere le sue esperienze in varie situazioni attuali ea riflettere su come la sua fede ha influito sulla sua situazione.

Il primo oratore è stato un consulente che offre volontariamente le sue capacità alla comunità locale. Ha parlato del valore per le donne di rivolgersi a una consulenza e dell’importanza di avere più consulenti donne nella nostra zona, che è caratterizzata da alta disoccupazione, violenza e abuso di droghe.

La seconda settimana ha visto una madre condividere la sua esperienza della perdita del marito a causa di una malattia del motoneurone poco più che trentenne e del processo di lutto mentre lottava con la propria perdita e la confusione tra i suoi bambini. Il ruolo della preghiera e della fede della comunità sono stati elementi forti per aiutarla a sopravvivere.

Il trauma del tradimento coniugale e del divorzio è stato affrontato nella terza settimana. Le implicazioni di tale esperienza sulla famiglia allargata e sulla sua capacità di fidarsi nuovamente sono state presentate con delicatezza in una prospettiva di fede.

Una donna formata nel metodo di discernimento gesuita ha aiutato a spiegare alcuni dei passaggi fondamentali del discernimento spirituale. L’importanza dell’attenzione e della qualità della preghiera personale nel processo di discernimento è stata molto apprezzata.

L’ultima settimana ho visto un medico condividere il suo percorso di vita e le molte difficoltà che ha dovuto sopportare per perseguire la sua professione scelta.

È stato stimolante ascoltare come questa sezione trasversale di donne della comunità locale avesse imparato a integrare la dimensione della fede nella propria vita privata e pubblica. Tutti loro hanno testimoniato la gioia e la speranza che hanno trovato nella Madre di tutti noi, nostro Perpetuo Soccorso.

Padre Sean Wales, C.Ss.R.

Print Friendly, PDF & Email