Le suore redentoriste ucraine aiutano i rifugiati a stabilirsi a Limerick

0
436
Il vescovo Brendan Leahy nella foto con padre Ihor Soldak della Chiesa cattolica ucraina, sua moglie Maryana e tre dei loro figli. Nella foto ci sono anche suor Antonia e suor Justyna.

DUE sorelle redentoriste UCRAINE sono venute a Limerick per aiutare i rifugiati in arrivo nella contea.

Le suore sono venute a Limerick per aiutare i rifugiati che sono fuggiti dall’Ucraina e hanno iniziato ad arrivare a Limerick nell’ultimo mese. Il vescovo Brendan Leahy ha accolto le sorelle e ha affermato che la realtà della guerra e anche la generosità dell’umanità sono esperienze contrastanti che si svolgono a Limerick questa settimana.

Intervenendo al termine della Celebrazione della Preghiera Redentorista nel fine settimana, il Vescovo Leahy ha affermato che mentre siamo profondamente commossi dalle immagini che provengono dalla guerra, d’altra parte, siamo rincuorati dalla gentilezza delle persone.

Monsignor Leahy ha ringraziato la gente di Limerick per il loro sostegno e in particolare i Redentoristi e le due sorelle ucraine che sono venute fino qui per aiutare i rifugiati ad adattarsi al nuovo ambiente. Le suore stanno lavorando in vari luoghi di Limerick dove si trovano i rifugiati, sostenendoli spiritualmente ma anche in termini pratici, soprattutto come traduttrici.

Monsignor Leahy ha detto: “Sono grato per la testimonianza della comunità redentorista. Lanciarono subito un appello e fu risposto con tanta generosità.” “I Redentoristi ora hanno invitato qui due sorelle ad aiutare. Suor Antonia e Suor Justyna. Appartengono a una piccola congregazione Redentorista: le Suore della Missione del Santissimo Redentore”.

Mons. Leahy ha proseguito: “La Congregazione è stata fondata in Baviera negli anni ’50 e ci sono comunità in Germania, Austria, Ucraina, Giappone, Bolivia e Cile. Le suore ucraine sono greco-cattoliche. Come ho detto, i Redentoristi li hanno invitati a venire, e siamo grati alle Suore della Misericordia del Monte San Vincenzo per aver offerto ospitalità a Justyna e Antonia.

“Queste due sorelle sono come milioni di loro connazionali, rifugiate. La speranza è che possano trovare il modo di sostenere altri rifugiati. Siamo loro grati e ringraziamo i Redentoristi per questa grande iniziativa”.

(limerickleader.ie)