L’Assemblea della COREAM è terminata

0
66

È stato un misto di euforia per essersi rivisti e di tristezza per non aver potuto godere di quella presenza fraterna fisica, quando l’Assemblea della Conferenza dei Redentoristi dell’Africa e del Madagascar (COREAM) si è tenuta via Zoom da martedì 26 a venerdì 29 luglio 2022. L’Assemblea era inizialmente prevista a Nairobi, in Kenya. Erano presenti 18 Superiori e Voci di tutte le 9 unità della Conferenza, 2 membri del Consiglio generale, 1 rappresentante laico e quattro membri dell’équipe tecnica. P. Micheal Brehl e P. Nicholas Ayouba erano presenti come membri del Consiglio Generale, mentre P. Gerry ‘O’Connor, Procuratore COREAM, fungeva anche da membro del Consiglio COREAM.

Il sentimento misto di cui sopra è stato splendidamente espresso nel discorso di apertura del Superiore generale, p. Michael Brehl. Nel suo solito modo caloroso, semplice e familiare, p. Michael ha espresso la sua gratitudine alla Conferenza dell’Africa e del Madagascar per essere stata un esempio per le altre Conferenze delle possibilità disponibili dimostrate nella prima fase del Capitolo generale, che è stata la prima a svolgersi in vista di questo. Il Coordinatore per l’Africa e il Madagascar, P. Noel Sottima, ha proseguito sulla stessa nota. Si è congratulato con la Conferenza per i progressi compiuti finora.

P. Joseph Afulo, SJ, keniota in missione in Zimbabwe, ha tenuto il discorso di apertura. In qualità di ex Provinciale dei gesuiti in Africa, ha condiviso con la nostra Conferenza l’esperienza africana dei gesuiti in materia di ristrutturazione. Nel suo intervento ha sottolineato la necessità di un solido discernimento comunitario in ogni fase del processo di ristrutturazione. Ha anche osservato che i documenti e le strutture messe in atto dalla Congregazione Redentorista erano molto ben avviati. I partecipanti hanno mostrato il loro apprezzamento dopo il discorso e hanno avuto una conversazione fruttuosa.

Nei giorni successivi è stata data priorità al processo di ristrutturazione. È stata anche discussa a fondo la questione dell’autosufficienza della COREAM. L’assemblea ha avuto conversazioni approfondite sui progetti comuni, sui finanziamenti, sulla tempistica della ristrutturazione, sui passi pratici da compiere e sull’impegno della COREAM nei confronti del Fondo di solidarietà per l’Africa. Il tono della discussione è cambiato notevolmente, passando dall’astratto al pratico. Il consultore generale per l’Africa, p. Ayouba, ha esortato l’assemblea a essere coraggiosa di fronte alle incertezze che la Conferenza si trova ad affrontare nel cammino verso la ristrutturazione e, se necessario, a rivalutare le decisioni prese dalle assemblee passate della COREAM alla luce delle realtà attuali.

Il tema del discernimento, che ha dato il tono alla riflessione dell’assemblea, è diventato gradualmente un ronzio costante dello Spirito che ci parla. Questi giorni hanno segnato un momento veramente significativo di discernimento comunitario per noi come COREAM. I Superiori hanno promesso di comunicare questo spirito a tutti i confratelli nelle loro unità.

La Conferenza si è anche soffermata a celebrare i piccoli passi già compiuti per quanto riguarda la riconfigurazione. Ci sono stati continui corsi di formazione online a livello di Conferenza su vari argomenti, alcune unità hanno già iniziato la formazione comune, altre hanno finalizzato i piani per avere missioni comuni. I noviziati comuni in Ghana e Madagascar inizieranno entrambi a settembre, mentre il piano di scambio degli studenti dell’anno pastorale prenderà il via ad agosto.

Sono state fatte presentazioni sulla Ratio Formationis della COREAM, sugli Statuti della COREAM, sulla ristrutturazione e sono state comunicate importanti informazioni sul prossimo Capitolo Generale.

Nel suo discorso conclusivo, il Superiore generale si è congratulato con tutti per il duro lavoro svolto. Ci ha lasciato con le parole: “Restate vicini gli uni agli altri, restate vicini ai poveri e restate vicini al Redentore”.

Godwin Abbah, CSsR

Vice-Provincia della Nigeria

Print Friendly, PDF & Email