Ucraina: due sacerdoti redentoristi detenuti a Berdyansk

0
219
Ivan Levytsky CSsR e Bohdan Heleta CSsR

Due Redentoristi, Ivan Levytsky CSsR e Bohdan Heleta CSsR, parroco e vicario della chiesa della Natività della Beata Vergine Maria, sono stati arrestati dall’amministrazione di occupazione russa a Berdyansk, a ovest di Mariupol. Sono stati accusati di attività sovversive contro gli occupanti, ha dichiarato in un comunicato l’Esarcato di Donetsk della Chiesa Greco-Cattolica.

Nel comunicato dell’Esarcato si legge tra l’altro:

In questi tempi difficili per il nostro popolo, in cui assistiamo a numerose e dolorose vittime della guerra, accogliamo con grande rammarico e dolore la notizia del rapimento e dell’imprigionamento ingiustificato e illegale di due sacerdoti dell’Esarcato di Donetsk dell’UGCC nella città di Berdiansk.

Questi sacerdoti si trovano nel luogo del loro ministero sacerdotale su una base completamente legale, svolgendo le loro attività nella parrocchia locale per più di tre anni, annunciando la Parola di Dio, che è pace per ogni persona.

La comparsa nello spazio informativo della propaganda russa di false accuse deliberatamente inventate di possesso di armi ed esplosivi, indica l’intenzione di usare ulteriore terrore contro i padri imprigionati.

Chiediamo la rapida liberazione dalla custodia e dall’incarcerazione dei nostri sacerdoti – Ivan Levytsky e Bohdan Heleta – e la garanzia del loro servizio legale senza ostacoli alle necessità spirituali dei fedeli dell’UGCC che vivono a Berdyansk.

Facciamo appello alle autorità e a tutte le persone di buona volontà affinché si uniscano alla causa della liberazione dei sacerdoti, pregando per questa intenzione.

Dio misericordioso, ascolta le nostre preghiere!

(www.ugcc.dn.ua)

Print Friendly, PDF & Email