Primo Incontro Nazionale degli Uomini Redentoristi dell’Argentina

0
223

Da sabato 19 a lunedì 21 novembre di quest’anno, presso il Convento di San Alfonso a Villa Allende, provincia di Córdoba, all’insegna del motto “Chiamati dal tuo amore, rispondiamo nel servizio e nella missione” si è svolto il primo Incontro Nazionale degli Uomini Redentoristi.
Un variegato gruppo di uomini di diverse comunità redentoriste, insieme ai PP. Ariel Cattaneo e Charlie (Carlos) Furmento, il fratello, Gonzalo Sotelo e Victor Colombani (un missionario laico della comunità redentorista di Rosario) si sono incontrati al Centro di Spiritualità per pregare e condividere il dono della mascolinità di fronte alle sfide che la cultura odierna (a volte così polarizzato e tirato da ideologie diverse) sta presentando come sfida al nostro essere cristiani.
La proposta ruotava attorno all’invito di papa Francesco, che ha ribadito in molte delle sue provocazioni, additando il dinamismo del vedere-giudicare-agire. Quindi, prima di tutto ci concentriamo sulla domanda: con cosa veniamo, come stiamo? con la consapevolezza di sapere che l’estremismo ci distrae sempre da ciò che è essenziale e veramente importante.

Successivamente ci concentriamo su altre due domande per discernere la nostra realtà: qual è la caratteristica del nostro essere maschi? E del nostro essere uomini cristiani? dove la figura di San Giuseppe è stata l’ideale ispiratore, fin dalla Lettera di Francesco “Con cuore di Padre”, per pensarci e ripensarci come uomini di fede-uomini di Dio, che aspirano e vogliono essere anche ” solo uomini”.
Infine – compiendo un ulteriore passo nella ricerca e nella riflessione sulla nostra vera identità, vivendo e condividendo il carisma redentorista – abbiamo voluto lasciarci ispirare e incoraggiare dai tratti della mascolinità di Gesù, poiché Lui più di tutti, È la meta verso la quale vogliamo camminare. È L’UOMO, così, con le lettere maiuscole.
Certamente sono stati giorni segnati da un clima di gioiosa comunione e fraternità, da una profonda spiritualità ancorata al mistero dell’Incarnazione del Redentore, che si è fatto uomo per arricchire la nostra umanità e rivelarci il vero volto dell’uomo, e di Dio lui stesso.
Siamo tornate nelle nostre comunità animate dall’impegno gioioso e dal fermo proposito di incarnare, in mezzo ai nostri ambienti, la ricchezza e il contributo che dalla nostra mascolinità possiamo dare alla Chiesa.

P. Carlos Furmento e Fratel Gonzalo Sotelo
Missionari Redentoristi