Conclusione della Conferenza Internazionale dei Partner Laici del COREAM – Insieme in missione

0
229

I giorni conclusivi della Conferenza Internazionale dei Collaboratori Laici Redentoristi nel COREAM, tenutasi in Nigeria, sono stati molto movimentati.

Il 3° giorno è iniziato con la formazione sia per i Redentoristi professi che per i Collaboratori Laici sui 5 Temi del Sessennio. La sessione di formazione è stata condotta da p. Godwin Abbah, 2° Consultore, Vice Provincia Redentorista della Nigeria. Anche Anne Walsh, Presidente della Commissione Generale per il Partenariato nella Missione, ha tenuto una Sessione con i delegati, che ha fornito una panoramica del lavoro della Commissione Generale per il Partenariato nella Missione. La Presidente della Commissione per l’Associazione nella Missione, COREAM, Lady Judith Agu, ha accompagnato i delegati attraverso la Formazione sul Direttorio per l’Associazione nella Missione e la Ratio Formationis per l’Associazione nella Missione.

C’è stata una sessione di discussione in cui i partecipanti si sono riuniti in gruppi per deliberare sui cinque temi del sessennio e sul Piano d’azione strategico proposto per la crescita del partenariato nella missione nel COREAM. La sessione plenaria sul piano d’azione strategico è stata piuttosto interattiva. Lo zelo e l’impegno dei Collaboratori Laici nel lavorare con i poveri ei più abbandonati nelle rispettive Unità, con un’attenzione particolare alle priorità missionarie della Congregazione, è stato incoraggiante.

Nell’ultimo giorno del Convegno è proseguita la Formazione sulla Salute Mentale tenuta da un rinomato Psicologo, Prof. Chioma Asuzu; un’altra sessione è stata dedicata alla formazione sulla tutela dei bambini e la protezione degli adulti vulnerabili da parte di p. Mike Emerue, Superiore Viceprovinciale della Viceprovincia Redentorista della Nigeria. Il Coordinatore del COREAM, p. Noel Sottima, ha anche fornito ai delegati una panoramica del processo di Ristrutturazione e Riconfigurazione. Ha incaricato sia i professi che i laici di entrare nel processo di riconfigurazione con apertura di cuore, confidando in Cristo Redentore. Ha anche ingiunto ai Laici di lavorare insieme come membri della Conferenza e di costruire una più ampia Famiglia Redentorista oltre i confini.

Al termine della Conferenza, i delegati durante il Processo di Valutazione hanno espresso soddisfazione per la Conferenza, che è stata piuttosto arricchente. Hanno apprezzato anche la Congregazione per questo periodo di Formazione e Integrazione.

La Messa di chiusura del Convegno è stata celebrata nella festa di Sant’Alfonso Maria de’ Liguori. Il capo celebrante, p. Michael Emerue, ha osservato che non c’era modo migliore per chiudere un simile incontro che celebrare il nostro Fondatore, Sant’Alfonso, che ci ha fatto il dono della Congregazione del Santissimo Redentore e ci ha insegnato fin dall’inizio a lavorare a stretto contatto con i laici Partner. Il momento clou della Messa festiva è stato l’Ammissione di un nuovo Candidato, Patrick Onyemaechi, come Missionario Laico del Santissimo Redentore con il rinnovo dell’Impegno da parte dei 4 Missionari Laici nella Vice Provincia della Nigeria.

I Premi di Encomio sono stati consegnati dalla Commissione per il Partenariato nella Missione a 4 Unità del COREAM: la Vice-Provincia della Nigeria, la Vice-Provincia di Afrique de l’Ouest, la Vice-Provincia di Matadi e la Regione dello Zimbabwe per il loro Impegno e promozione della Partnership nella Missione nelle rispettive Unità. L’ex Superiore Vice-Provinciale della Vice-Provincia Redentorista della Nigeria, Rev. P. Joterio Aghoja, ha anche ricevuto un Meritorious Service Award dalla Commissione per la sua promozione e il suo impegno per la crescita della Partnership nella Missione durante il suo mandato.

Gli attestati di partecipazione sono stati consegnati a tutti i delegati che hanno ballato gioiosamente in ringraziamento a Dio per una conferenza di grande successo e arricchimento di conoscenze. Il Comunicato e il Piano d’Azione Strategico per la Conferenza, che aiuterà la crescita del Partenariato nella Missione nel COREAM, sono stati adottati e saranno condivisi con tutte le Unità per l’attuazione.

Gioendo nella speranza, tutto si è concluso con una bella serata di Gaudeamus, che ha offerto a tutti i delegati un’altra occasione per festeggiare e conoscersi meglio.

Questa memorabile esperienza rimarrà indelebile nei nostri cuori. La nostra più profonda gratitudine alla Congregazione per questa opportunità.

Lady Judith Agu, LSM
Presidente, Commissione per la Missione Condivisa, COREAM