“Proclamazione e pratica”: Celebrazione della formazione di Davao nelle Filippine

0
109

La formazione è il momento della vita in cui si imparano cose nuove e si cresce nella propria vita. È un processo che dura tutta la vita. Fratelli Antony Charles (Malesia e Singapore), Dario Tupas (Cebu), Julo Biliran (Cebu) e Pelix Fernando (Colombo), crescono insieme vivendo il programma di formazione previsto nel processo di discernimento. Sono venuti con il forte motto di continuare a vivere la vita formativa intitolato “PARRHESIA KAI PRAXI”, che si traduce in “Proclamazione e pratica”. Ecco alcuni dei punti salienti che Fratello Antony Charles ci presenta: “È arrivato il momento e sto entrando nei miei ultimi tre mesi di formazione a Davao! Mentre il mio tempo a Davao e nelle Filippine volge al termine, voglio esprimere la mia gratitudine alle molte persone che mi hanno aiutato lungo il cammino”.

Celebrazione della formazione Davao #1:

Il primo della lista è il nostro fantastico personale laico della DRMC (Comunità Missionaria Redentorista di Davao). Lunedì scorso ho avuto l’opportunità di ringraziarli tutti insieme in un colpo solo e di persona e di condividere una riflessione quaresimale su “La Quaresima alla luce del carisma redentorista”.

È stato un onore condividere i miei oltre 4 anni di apprendimento teologico in un modo che potesse collegarsi a loro e alle loro storie. Ho usato illustrazioni come il viaggio a spirale verso Dio, lo svuotare il nostro secchio per far entrare Dio, il riempire il nostro motore con la benzina di Dio, il mantenere Dio al centro della nostra vita e il sostenerci a vicenda nei nostri alti e bassi. Sono grato a tutti i membri dello staff per il loro sostegno, la loro gentilezza, la loro generosità, i loro sacrifici e i loro contributi in tutti questi anni.

Celebrazione della Formazione Davao #2:

Vorrei ringraziare il mio mentore Sig. Roawie Liray Quimba per avermi guidato professionalmente attraverso i miei documenti missiologici e di sintesi. Ha creduto nelle mie scarse conoscenze di apprendimento amatoriale e mi ha permesso di creare liberamente i miei pensieri in una catena coesa. Gli strumenti e le tecniche che ha condiviso con me hanno aiutato molto il mio apprendimento. Ha creato una rinnovata passione per l’apprendimento. Mi ha anche portato a un nuovo e più profondo livello di comprensione. Non per fare paragoni e non per vantarmi, ma in tutta umiltà posso dire con orgoglio che mi ha aiutato a scrivere entrambi i miei testi accademici e a prepararli per la difesa in tempi record. Sono molto grato al Sig. Roawie.

Celebrazione della Formazione Davao #3:

Una delle grazie più grandi che ho ricevuto a Davao è la lingua dei segni filippina (FSL)! È un modo bellissimo per le persone sorde filippine di comunicare, senza suoni eppure ricco di parole. Ogni domenica alle 10, ho imparato e praticato la FSL con la comunità dei sordi nella nostra chiesa OMPH. È stato un viaggio impegnativo ma gratificante e, con la grazia di Dio, sono passato dai segni di base alla fluidità della conversazione. Oggi sono sicuro di interpretare un’intera Messa eucaristica in FSL! Anche se sto ancora imparando e crescendo nella FSL, sono molto grato per questi progressi e per l’apprendimento. È stato un viaggio di perseveranza in mezzo a tutte le difficoltà.

Per finire, questa mattina ho usato tutte le mie competenze in FSL per condurre un corso pre-cana (preparazione al matrimonio) per una coppia di sordi che si sposerà presto! Sono riuscito a compilare un manuale di risorse con informazioni utili specificamente per le coppie sorde. La coppia è stata molto sorpresa di riceverne una copia. Il manuale trattava argomenti importanti per il successo di un matrimonio sordo, tutti presentati in un formato adatto ai sordi con esercizi interattivi. Questi argomenti includevano: Comprendere il matrimonio come vocazione e sacramento, Comunicazione e sfide comuni nel matrimonio, il rito/liturgia nuziale, Lavorare insieme come marito e moglie, Matrimoni interreligiosi e relative domande, Pornografia: Fatti e pericoli e infine Speranza e guarigione nel matrimonio. Ho lasciato copie di questo manuale nella biblioteca della SATMI e nell’ufficio parrocchiale per future consultazioni.

Celebrazione della formazione Davao #4:

Una cosa che mi ha aiutato costantemente durante la mia formazione è stato l’esercizio fisico e molti individui/esperti che hanno offerto il loro coaching, la loro preziosa guida e il loro sostegno. Non è sempre stato facile: ci sono stati alti e bassi nella motivazione, fluttuazioni di peso, stanchezza e difficoltà nella correzione della postura. Ma almeno ci ho provato e ho perseverato. Tra le tante lezioni di vita che ho tratto dal mio percorso di fitness, se dovessi scegliere le tre più importanti che ho imparato a Davao dal 2019, sarebbero le seguenti.

  1. Disimparare per imparare: Mi sono resa conto che molti esercizi li facevo in modo scorretto, senza una guida adeguata. Questo significava che non erano efficaci come avrebbero dovuto essere.
  2. La varietà è fondamentale: Non esiste un approccio unico al fitness. Nel corso degli anni, sono passato dalla semplice camminata all’incorporazione di jogging, esercizi per il core, esercizi di equilibrio, burpees e diversi stili di allenamento come EMOM, TABATA, HIIT, AMRAP e MOM. TABATA è semplicemente l’allenamento a intervalli ad alta intensità (HIIT). AMRAP significa As Many Reps As Possible (quante più ripetizioni possibili). MOM significa Minute On, Minute Off. Lo spirito di sostegno e l’energia dinamica di molti corsi di gruppo erano davvero motivanti e mi hanno aiutato a rimanere in pista. Inoltre, ho provato a imparare il tennis e ho giocato per quasi tre anni. Inoltre, nei primi anni ho praticato il badminton e alcuni altri sport, nella misura in cui il mio corpo me lo permetteva.
  3. Yoga per la vita: se c’è un’attività preferita che continuerò a praticare per tutta la vita è lo yoga. Lo yoga è semplicemente l’unione di mente e corpo e non ha nulla a che fare con una religione o un credo particolare. Nonostante la mia iniziale rigidità, molte persone meravigliose mi hanno aiutato a impararlo in modo graduale e costante. Lo yoga è stato per me un vero e proprio cambiamento di rotta. Più lo imparo, più divento consapevole dei miei punti di forza e delle mie debolezze e più mi rendo conto che ognuno di noi è costruito in modo diverso e che le routine come lo yoga sono per tutti, indipendentemente dall’età e dal livello di forma fisica.

Celebrazione della Formazione Davao #5:

Questo post è un sentito ringraziamento ai miei incredibili compagni di gruppo, per aver condiviso con me questo viaggio di formazione fin dai tempi del noviziato. Possiamo anche essere un piccolo gruppo – due filippini e due fratelli stranieri – ma il legame che abbiamo costruito è immenso.

Abbiamo assistito in prima persona alla crescita e alla trasformazione degli altri. Non è sempre filato tutto liscio. Ci sono state incomprensioni, conversazioni difficili e la necessità di perdonarsi. Ma fortunatamente siamo maturati insieme, abbiamo imparato a comunicare apertamente e, cosa più importante, a rispettarci e a volerci bene con carità fraterna e amore fraterno.

Un grande plauso a tutti i nostri formatori che si sono dedicati instancabilmente a guidarci in questo cammino. I loro sacrifici ci hanno aiutato a perseverare attraverso le sfide e a diventare i missionari che siamo oggi.

Come parte del nostro cammino in tutti questi anni e fino al giorno della nostra prossima laurea (classe 2024), noi quattro abbiamo elaborato un potente motto per il nostro viaggio futuro, intitolato “PARRHESIA KAI PRAXI”, che si traduce in “Proclamazione e pratica”. Io, Fr. Antony Charles (Malesia e Singapore), Fr. Dario Tupas (Cebu), Fr. Julo Biliran (Cebu) e Fr. Pelix Fernando (Colombo) crediamo che la fede non sia solo parole, ma anche azione.

Il nostro logo riflette profondamente questo concetto. L’immagine centrale è la Croce Redentorista, un richiamo costante alla nostra missione. Sopra di essa, un unico occhio simboleggia la nostra vigilanza nel vedere i bisogni degli altri e nel portare avanti l’opera di Dio.

Ognuno di noi ha anche un simbolo personale intessuto nel disegno. Per me è il Merlion di Singapore, che rappresenta la missione redentorista che portiamo avanti in questa parte della congregazione. Fr. Dario usa il fuoco, che simboleggia lo zelo ardente dei Redentoristi. Il simbolo di fr. Julo è un orecchio che ascolta, che riflette la sua attenzione alla presenza e all’accompagnamento. Fr. Pelix contribuisce con l’immagine di mani che tengono una candela, a significare il sostegno. Lo sfondo raffigura un vaso robusto, facendo riferimento a Marco 16,15: “Andate in tutto il mondo e proclamate la buona novella a tutta la creazione”.

I toni terrosi del rosso, del marrone e del grigio dominano la combinazione di colori, con accenti di blu. Questa tavolozza evoca la natura radicata della nostra vocazione. Noi, la classe di laurea, siamo una testimonianza del potere della fede nell’azione. Uniti dal nostro motto e dai nostri simboli unici, andiamo avanti, pronti a servire il mondo!

A una fratellanza duratura e a una vita dedicata a servire gli altri per tutti i giorni della nostra vita nella vigna di Dio!

(Fonte: www.facebook.com/prabhucharles)