Istituto Storico

 

ISTITUTO STORICO REDENTORISTA

Contatti


Adam Owczarski, diretore (storia.gen@cssr.com)


Origine e storia

L’Istituto Storico Redentorista fu fondato l’11 dicembre del 1948 sotto la guida del Superiore Generale, P. Leonard Buijs. L’obiettivo dell’Istituto fu, e continua ad essere, quello di promuovere l’investigazione storica delle origini, evoluzione ed attività varie svolte dalla Congregazione e i suoi membri dal 1732 in poi.

I primi incaricati furono: P. Maurice de Meulemeester (Belgio), presidente; P.Oreste Gregorio (Napoli), segretario e P. Peter Bernards (Colonia). Nel 1968 un altro gruppo fu chiamato a lavorare nell’Istituto: P. Louis Vereecke, presidente; P. Giuseppe Orlandi, segretario; P. Oreste Gregorio, P. Andreas Sampers e P. Fabriciano Ferrero. Negli anni successivi furono pure membri dell’Istituto: P. Samuel J. Boland, P. Carl Hoegerl, il Prof. Otto Weiss, P. Manuel Gómez Ríos e P. Noel Londoño, presidente.

Membri

Il personale dell’Istituto Storico è di due tipi: permanente o associato. Tutti sono nominati dal Superiore Generale, inclusi gli attuali membri dell’Istituto Storico. Inizialmente sono nominati per un anno; poi, per un periodo più ampio. I membri permanenti risiedono a Roma. Durante l’attuale sessennio i membri permanenti sono: P. Serafino Fiore, (Vicario Generale, Napoli), presidente; Adam Owczarski (Varsavia), direttore; Giuseppe Orlandi (Roma); Emilio Lage (Madrid) Álvaro Córdoba (Bogotá), e Gilbert Enderle (Denver) .

Anche alcuni esperti che non sono membri della Congregazione collaborano, scrivendo per Spicilegium Historicum C.Ss.R. e per laBibliotheca Historica.

Pubblicazioni

L’Istituto Storico pubblica la rivista Spicilegium Historicum C.Ss.R.e la collezione Bibliotheca Historica. Il primo numero di Spicilegium Historicum apparve nel 1953. Si tratta di una rivista semestrale che contiene articoli, documenti, ponenze, cronache, recensioni, informazioni, dati biografici ecc., relativi alla storia della Congregazione, con una tirata di 700 esemplari di cui 420 sono inviati alle Provincie e Vice-Provincie della Congregazione. Altri 140 esemplari sono scambiati con diverse riviste o con altri Istituti di investigazione storica. Dal 1997 al 2007, si sono pubblicati i volumi dal numero 45 (1997) al 55 (2007).

La collezione Bibliotheca Historica, consiste in volumi separati che trattano temi specifici. Si pubblicano documenti e fonti che rivestono una speciale importanza per la Congregazione, così come studi di approfondimento su temi di ambito più ampio. I primi due volumi furono pubblicati nel 1955. Da allora si sono pubblicati altri 19 volumi.

Altre attività

Oltre alle menzionate pubblicazioni ed ai suoi apporti alla nuova storia della Congregazione, i membri dell’Istituto Storico sono impegnati in altre attività, come quelle di offrire corsi e conferenze varie, e sono due che sono Consultori della Congregazione per le Cause dei Santi.

Piani per il futuro

  • Continuare la investigazione sulle origini, evoluzione e attività della Congregazione, con la pubblicazione della rivistaSpicilegium Historicum e la collezione Bibliotheca Historica.

     

  • Continuare la pubblicazione della bibliografia alfonsiana e della bibliografia dei Redentoristi, iniziata dal P. Fr. M. de Meulemeester (Bibliographie générale des écrivains Rédemptoristes, 3 voll., Louvain 1933-1939).