La Madonna del Perpetuo Soccorso è l’orgoglio del carcere di Mountjoy a Dublino

1
1860

Una vetrata colorata della Madonna del Perpetuo Soccorso è l’orgoglio della cappella del carcere di Mountjoy a Dublino. Creata dagli studi di Harry Clarks di Dublino. La storia delle sue origini è un racconto affascinante di fede e di impegno politico.

(Dublino, 6 giugno, 2016) – Mary Ellen ‘Nell’ Humphreys (1871-1939) era la figlia di Richard Rahilly e Ellen Mangan di Ballylongford, Co. Kerry. Era la sorella di Michael Rahilly, che si faceva chiamare The O’Rahilly, e fu fucilato durante la Rivolta di Pasqua. Nel 1895 Nell sposò un oculista chirurgo David Humphreys.

No-Ordinary-Woman_0095Sua figlia Sighle dice che, Nell, nel 1916 divenne vedova a 45 anni con tre figli, era interessata solo a prendersi cura della sua famiglia, del suo giardino e a dire le preghiere. Tuttavia fu arrestata subito dopo la settimana di Pasqua di quell’anno. La casa di Humphreys a Northumberland Road venne indicate ai soldati britannici come una casa di simpatizzanti dei ribelli.

Il 9 maggio 1916 Nell fu portata a Kilmainham Gaol e poi trasferita alla Prigione femminile, ora  Mountjoy West Prison, insieme ad altre 11 donne il cui reato, come elencato nel registro della prigione era “ribellione”.

Il coinvolgimento di Nell Humphreys nella rivolta fu limitato ad andare al G.P.O. il lunedì di Pasqua per vedere di persuadere il figlio di 19 anni Dick a tornare a casa. Lui era lì con suo zio Michael e si rifiutò di muoversi finché sua madre convinse  Padraig Pearse a partecipare; sotto pressione Dick accettò di andare via.

Nell aveva già chiesto alle suore nel Convento delle Clarisse a Simmonscourt Road delle medaglie della Madonna del Perpetuo Soccorso e santini detti Volunteers’ Shield. Diede questi a Pearse in modo che li potesse dare ai suoi uomini nella ferma convinzione che li avrebbero protetti. Anni dopo, membri della famiglia Humphreys incontrarono gli uomini che dicevano di avere ancora delle medaglie che Nell aveva dato a Pearse quel giorno.

Come conseguenza gli eventi della vita della settimana di Pasqua degli Humphreys; ella fu radicalizzata dalla morte di sua fratello Michael e dalla detenzione di suo figlio. Fu coinvolta nella lotta per l’indipendenza irlandese e per la pari eguaglianza per le donne che fu sancita nella Proclamazione della Repubblica irlandese. Si unì a Sinn Fein e Cumann na mBan.

Humphreys tornò di nuovo alla prigione Mountjoy, e a Kilmainham, durante la Guerra civile dove continuò a trarre la sua forza dalla devozione alla Madonna del Perpetuo Soccorso, anche durante lo sciopero della fame. Impegnò le sue compagne di cella in veglie di preghiera serale presso degli altari che aveva eretto in entrambe le istituzioni. Le avrebbe chiamate alla preghiera battendo un cucchiaio su piatto di smalto. La rappresentazione della Madonna del Perpetuo Soccorso divenne un’icona per le donne di Cumann na mBan dentro la prigione di Mountjoy ma anche per i loro sostenitori all’esterno.
Il  27 marzo 1939 Nell Humphreys commissionò agli Harry Clarke Stained Glass Studios una vetrata trittica che contenesse l’immagine della Madonna del Perpetuo Soccorso. Questa vetrata doveva sostituire l’originale nella cappella del Carcere Femminile che era stata danneggiata durante la Guerra Civile

Gli archivi degli Harry Clarke Studios, che contengono la corrispondenza con la Sig.ra Humphreys, sono nella biblioteca e molto del materiale può essere consultato online nelle Digital Collections.

La vetrata di Nell Humphreys fu istallata nel mese di ottobre del 1939. I membri della sua famiglia erano presenti quando la vetrata fu benedetta e dedicata alle donne del Cumann na mBan*. Ella non fu presente; morì nel mese di giugno e non vide mai il suo bellissimo monumento.

TCD MS 11182/1400/17
Harry Clarke Studios hanno anche prodotto la vetrata memoriale Earlsfort Terrace/UCD Kevin Barry che mostra I firmatari della Proclamazione (TCD MS 11182/1400/17).
*La placca che ricordava la sua devozione è attualmente in situ.

Print Friendly, PDF & Email

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here