Glorie di Maria in Albania

0
734

Parafrasando il nostro Padre Fondatore, potremmo iniziare queste righe dicendo: “Caro Redentore e mio Signore Gesù Cristo, noi tuoi indegni servi, consapevoli del piacere che coloro che cercano di glorificare la tua Beata Madre, che tu ami tanto e che desideri vedere amati, donati e onorati da tutti, abbiamo pensato di pubblicare questo piccolo articolo che parla delle loro glorie ”.

Va riconosciuto, innanzitutto, che l’Albania non è “Terra di Maria Santissima”, poiché i suoi abitanti, anche non cattolici, professano una grande devozione a Sant’Antonio da Padova, promossa da secoli dai francescani.

Ma i Redentoristi d’Albania, fedeli alla tradizione redentorista e all’eredità di sant’Alfonso, hanno curato la devozione alla Santa Madre di Dio sin dal primo giorno. Lei è arrivata prima di noi in Albania: l’abbiamo trovata nella casa delle Missionarie della Carità, nella scuola delle Figlie di Cristo Re, ecc. Quindi abbiamo intronizzato la sua sacra Icona nei nostri templi.

La comunità interprovinciale ha ricevuto a Roma, per la fondazione della Missione, un’Icona benedetta nella solenne novena di Gliwice (Polonia), attualmente collocata sull’altare maggiore della Parrocchia di San Alfonso María de Liguori, a Kamëz. Lì si celebra la Novena Perpetua con il popolo ogni martedì, da 7 anni. La festa di Nostra Signora del Perpetuo Soccorso viene celebrata solennemente anche nel fine settimana più vicino al suo giorno liturgico e tre Nunzi apostolici in Albania hanno presieduto questa festa negli anni precedenti. A 20 km. da Kamëz, nella piccola città di Luz, la chiesa sussidiaria dell’Assunzione di Nostra Signora è presieduta dall’icona del Perpetuo Soccorso.

Nella città di Kamëz ci sono tre mesi dedicati alla recita del Santo Rosario con le famiglie. Sono così tante le famiglie che desiderano la visita della Madre di Dio, che il calendario si prolunga da maggio a giugno e ottobre. Varie immagini viaggiano di casa in casa, con ogni famiglia che invita i propri vicini alla preghiera serale. In tempo di pandemia, la preghiera del Rosario si svolge nel centro Santa Madre Teresa di Calcutta (Valias), all’aperto.

Dal 17 febbraio 2021 c’è una presenza missionaria itinerante redentorista a Gjirokastër, nell’Amministrazione Apostolica dell’Albania Meridionale. C’è proprio un’icona pellegrina del Perpetuo Soccorso, che attraversa tutta l’Amministrazione Apostolica. È un trittico che stanno ricevendo tutte le piccole comunità cattoliche che compongono questa diocesi, pregando per la fine della pandemia e la nascita delle vocazioni missionarie. In questi incontri si mostra che la Beata Maria è la Madre di tutti gli uomini, perché a questa ricezione dell’Icona Missionaria partecipano anche i credenti ortodossi e Bektashi che desiderano ricevere le grazie di questa Icona dell’Amore.

Padre Laureano Del Otero Sevillano CSSR
Missione Redentorista in Albania