Pubblicazione: Visite al Santissimo Sacramento e alla Madonna

0
368

Alfonso de Liguori ebbe per tutta la vita un amore per l’Eucaristia e una devozione alla Madonna. Le Visite al Santissimo Sacramento e alla Santissima Vergine Maria furono scritte nel 1745 per diffondere quell’amore e quella devozione. Alfonso compose le Visite per i laici e divennero particolarmente apprezzate da loro.

L’ultima traduzione dei Redentoristi irlandesi delle Visite è stata nel 1953. Nella presente edizione, p. Sean Cannon, CSsR, e padre Raphael Gallagher, CSsR, hanno prodotto una traduzione moderna, che si basa sull’originale italiano. Lo scopo è rimanere fedeli a quanto scrisse Alfonso, senza essere rigidamente letterali. Alfonso ha prodotto le Visite per la preghiera personale davanti al Santissimo Sacramento Lo stile dell’inglese in questa nuova edizione riflette quello scopo originale.

Visite al Santissimo Sacramento e alla Nostra Signora

Alfonso de Liguori

Prezzo: 6€ più spese di spedizione

Richieste a:

Redentoristi, Monte Sant’Alfonso, Limerick V94 F867

e-mail: msa@redemptorists.ie

Telefono: 061 315099, dalle 9:00 alle 17:00 nei giorni feriali

L’amore per la Messa era centrale per Alfonso. Visse nell’Italia meridionale del XVIII secolo, dove la maggior parte delle persone, specialmente i poveri delle aree rurali, aveva poche opportunità di andare regolarmente a messa. Dove frequentavano, i sacerdoti, spesso influenzati dal movimento giansenista, presentavano Dio come un maestro distante e controllante.

Le Visite di Alfonso hanno contribuito a presentare un’immagine più amorevole di Dio nella mente dei credenti. La messa, in particolare, è stata l’occasione in cui Dio è vicino nella persona di Gesù.

Mentre Alfonso era un realista nell’accettare che la frequentazione della messa spesso non era possibile per molti poveri, potevano sempre visitare una chiesa. Fare una visita era un modo per ricordare loro quanto Dio fosse vicino e misericordioso. Al tempo di Alfonso, ricevere la comunione era di solito l’eccezione. Attraverso le Visite, Alfonso ha mostrato come il desiderio di ricevere la comunione dovrebbe essere la norma.

Le citazioni bibliche sono una caratteristica notevole delle Visite. Le loro traduzioni utilizzate nella nuova versione delle Visite provengono principalmente dalla Revised New Jerusalem Bible (RNJB). Frequenti sono anche i riferimenti a santi e autori spirituali nella vita della chiesa nel corso dei secoli. Questi vengono mantenuti in quanto mostrano quanto Alfonso fosse cosciente della tradizione della chiesa.

L’italiano non si traduce facilmente in inglese. L’italiano espansivo usato nel sud Italia è buono per esprimere sentimenti, ma non ha lo stesso fascino in inglese. Gli editori ne sono consapevoli, ma hanno cercato di scegliere un linguaggio semplice e popolare per riflettere lo stile originale di Alfonso.

Le Visite di Sant’Alfonso sono in sintonia con le rinnovate pratiche di devozione a Gesù presente nel Santissimo Sacramento. Questo è vero per le pratiche che incoraggiano la piena partecipazione alla Messa dove si celebra l’abbondante redenzione di Gesù come sacramento dell’amore misericordioso di Dio per tutti.

Sean Cannon, CSsR

Raphael Gallagher, CSsR

Print Friendly, PDF & Email