Vogliamo seguire il nostro Redentore mentre porta la Buona Novella ai poveri di oggi.

0
410

Lettera di P. Michael Brehl, Superiore Generale della Congregazione del Santissimo Redentore, a P. Serafino Fiore, C.S.R., Superiore della Provincia di Napoli, in occasione della festa del Beato Gennaro Sarnelli.


TESTIMONI DEL REDENTORE: Solidali per la missione nel mondo ferito

Caro p. Serafino e Cari Confratelli, Suore, Laici Redentoristi, 

Con grande gioia, mi unisco alla celebrazione di questa solenne festa del Beato Gennaro Maria Sarnelli, amico e compagno di Sant’Alfonso, figlio nativo di Ciorani, e zelante Missionario Redentorista. Anche se vorrei essere con voi di persona, il lavoro per il nostro 26° Capitolo Generale impedisce questa possibilità. Insieme al Governo Generale e ai Coordinatori, ci uniamo a voi nella comunione di preghiera mentre vi riunite nel Santuario Diocesano del nostro Beato Confratello.

Il Beato Gennaro Maria incarna veramente il tema che ha animato la nostra Congregazione in questo Sessennio. Sia nelle parole che nelle azioni, egli è testimone della potenza e della presenza del Redentore risorto (C. 51). Predicatore instancabile, sia sul pulpito che attraverso la parola scritta, annunciò la Buona Novella di Gesù ai più bisognosi. Fedele compagno di Sant’Alfonso (SG 05), fu membro integrante della comunità redentorista, coordinando la Missione Generale nelle periferie di Napoli. La sua speciale vicinanza ai poveri, specialmente in circostanze pericolose e difficili, era il frutto dalla sua solidarietà con i poveri abbandonati di Dio (C. 5). Questa solidarietà e vicinanza ai poveri abbandonati rivelò al Beato Gennaro Maria le ferite del suo mondo e le ferite che il suo Redentore continuò a soffrire nelle periferie della Napoli del 18° secolo. 

Oggi siamo ispirati dalla sua santità personale e vicinanza a Gesù Cristo. Vogliamo anche noi seguire Gesù Cristo nostro Redentore mentre porta la divina parola della copiosa redenzione ai poveri di oggi. Da Lui apprendiamo ancora una volta che la nostra vita apostolica redentorista fonde insieme la vita speciale dedicazione a Dio e l’attività missionaria dei Redentoristi (C. 1).

Dio vi benedica con rinnovato zelo apostolico mentre celebrate questa festa. Attraverso le preghiere del Beato Gennaro Maria, possiate diventare sempre più fedeli e autentici testimoni del Redentore nel nostro mondo ferito di oggi!

Tuo fratello in Cristo nostro Redentore,

Michael Brehl, C.Ss.R.
Superiore Generale

Roma, 30 giugno 2022