Prima visita di Mons. Amarante a Pagani come arcivescovo

0
256

Sabato 18 novembre 2023, nella basilica di Sant’Alfonso de Liguori, in una concelebrazione che ha visto la presenza di Mons. Giuseppe Giudice, vescovo della diocesi di Nocera-Sarno e del vescovo Redentorista di Teggiano-Policastro, Mons. Antonio De Luca, la comunità di Pagani ha festeggiato la scelta di Papa Francesco di nominare Padre Amarante già Preside della Pontificia Accademia Alfonsiana come arcivescovo e Rettore Magnifico della Università Lateranense.

Il potere nella Chiesa dei vescovi è quello del servizio e, soprattutto, è la custodia del gregge di Dio che Lui stesso gli affida”. Con queste parole il Superiore della comunità Redentorista di Pagani, Padre Gennaro Sorrentino ha accolto l’Arcivescovo Amarante, in Basilica sabato 18 novembre.

Nel consegnargli all’inizio della concelebrazione Eucaristica in dono un pastorale a nome della parrocchia, Padre Sorrentino citando Sant’Ambrogio gli ha detto: “il pastorale deve essere: in alto, ricurvo per radunare gli smarriti; nel mezzo, diritto per condurre i deboli; al fondo, appuntito per spronare i pigri”.

Centinaia di fedeli hanno gremito la Basilica di sant’Alfonso per salutare P. Amarante Alfonso Vincenzo Redentorista, nominato Rettore Magnifico della Università Lateranense ed elevato a dignità Arcivescovile da Papa Francesco, proprio nella solennità liturgica di sant’Alfonso il 1 Agosto 2023.

Padre Alfonso è nato a Pagani, ha mosso i suoi passi nella fede in questa comunità parrocchiale all’ombra di sant’Alfonso de Liguori. Qui in un cammino di discernimento, sostenuto da tanti, ha fatto la sua scelta di consacrarsi al Signore per la via dei consigli evangelici ed infine ordinato sacerdote ha cominciato a muovere i suoi passi da missionario e da accademico.

La gioia che il Santo Padre Papa Francesco abbia pensato ad un Redentorista per un servizio così importante non ci ha lasciato un attimo. Un riconoscimento non solo del lavoro svolto in questi anni da Padre Amarante come Preside della Pontificia Accademia Alfonsiana, ma anche perché un figlio di sant’Alfonso è stato scelto per guidare l’Università del Papa.

La celebrazione, quella di sabato 18 novembre è stata avvolta da un’atmosfera di festa e di gioia, ma anche da tanta commozione, che ha visto concelebranti il vescovo della nostra diocesi Mons. Giuseppe Giudice e dal vescovo Redentorista di Teggiano-Policastro, Mons. Antonio De Luca.

In Basilica erano presenti non solo sacerdoti Redentoristi giunti dalle comunità vicine e sacerdoti della diocesi di Nocera-Sarno, ma anche il papà, la mamma e la famiglia di Mons. Amarante, insieme a tante autorità civili e militari e ad un innumerevole coro di amici.

Il Padre provinciale dei Redentoristi Padre Fiore Serafino, al termine della messa nel salutare Mons. Amarante ha riportato una citazione di sant’Alfonso dalle riflessioni utili ai vescovi: “Ogni vescovo in ricevere la mitra si addossa gran pesi sulla coscienza, onde se vuol salvarsi è necessario che si risolva in entrate a suo governo di abbracciare una vita non agiata né di riposo ma una vita di croci di stento e di fatiche”.

Siamo certi che Mons. Amarante chiamato alla missione di reggere e di pascere il gregge di Dio saprà attingere dall’amore totale e incondizionato di Cristo Signore la forza che sgorga dalla morte redentrice del Figlio di Dio.

p. Gennaro Sorrentino CSsR

Print Friendly, PDF & Email