I Redentoristi aiutano le persone vicino al vulcano delle Filippine

0
748

Vulcano nelle Filippine: la lava scende dal Monte Mayon mentre le ceneri coprono le città

(Legazpi, Filippine, 25 gennaio 2018) – Mentre la lava scende dal vulcano filippino, nuvole  di cenere scendono su terreni agricoli e sulle città, ricoprendole di grigio ormai da quasi due settimane dopo l’eruzione.

Più di 74.000 persone soggiornano in dozzine di rifugi di emergenza dopo essere fuggiti dalla zona pericolosa attorno al Monte Mayon. Le autorità sono preoccupati che l’eruzione possa durare mesi, sconvolgendo la vita e il sostentamento delle persone nella zona.

I Redentoristi attraverso la loro PCSMA (Commissione permanente sull’apostolato della missione sociale per le sigle in inglese) e la comunità di missione redentorista a Legazpi (Vice-Provincia di Manila) ha risposto immediatamente attraverso un servizio di cucina per le comunità di emergenza, a Brgy. Ha anche disposto la distribuzione di 6.000 mascherine.

Con la situazione attuale i prodotti agricoli sono a rischio e c’è grande preoccupazione dei villaggi, poiché l’agricoltura è la loro principale fonte di sostentamento.

I Redentoristi lavorano anche con ACCORD, un’organizzazione nazionale senza scopo di lucro che implementa progetti incentrati sulla risposta alle emergenze e sulla riduzione del rischio di catastrofi.

“Continueremo a rispondere ai bisogni dei nostri fratelli e sorelle, specialmente degli sfollati meno serviti in questo periodo di calamità indesiderate. Continuiamo a pregare anche per la sicurezza di tutte le persone colpite da questo disastro.”

(CE / Fratello Jun CSsR, foto di fratello Jun)

 

Print Friendly, PDF & Email