Ottobre missionario: aprirci alla gioia della missione

0
616

Mese missionario straordinario 2019

Segretariato Generale per l’Evangelizzazione

Il 22 ottobre dello scorso anno, Papa Francesco ha annunciato a tutta la Chiesa il desiderio di promuovere uno straordinario mese missionario, con il tema “Battezzati e inviati; la Chiesa di Cristo in missione nel mondo. ” Questo mese straordinario sarà ottobre 2019. L’occasione è il centenario della Lettera Apostolica Maximun Illud di Benedetto XV, sull’attività missionaria svolta dai missionari nel mondo.

Sebbene l’enfasi sia posta sulla missione Ad Gentes, per i Redentoristi questa è un’opportunità per esprimere con più ardore il nostro carisma missionario. L’anno scorso, Papa Francesco, citando Giovanni Paolo II, nella “Redemptoris Missio” ci ha ricordato che “la missione di Cristo redentore, affidata alla Chiesa, è ancora ben lontana dal suo compimento” e che “uno sguardo a tutta l’umanità dimostra che tale missione è ancora agli inizi e che dobbiamo impegnarci con tutte le nostre forze al il suo servizio “. Per quanto riguarda l’accordo recentemente raggiunto tra il Vaticano e il governo cinese, e l’attuale panorama globale in generale, l’impulso missionario universale voluto da Papa Francesco assume una rilevanza particolare oggi.

Inoltre, questa chiamata può aiutarci a superare la tentazione di introversione ecclesiale e di confidenzialità autoreferenziale nella sicurezza dei nostri limiti. Allo stesso modo, nel contesto della ristrutturazione, per noi Redentoristi diventa un’opportunità per superare ogni forma di pessimismo pastorale o di sterile nostalgia per il passato, per aprirci invece alla gioia della missione, come  il Papa ci invita.

Inoltre, il prossimo ottobre, un anno prima della straordinario mese missionario ci offre l’opportunità di aiutare le nostre comunità a portare nei loro cuori l’annuncio del Vangelo e la missione evangelizzatrice e la conversione. La preghiera, la riflessione e l’azione missionaria in ognuna delle nostre conferenze e (v) province ci aiuteranno a vivere già da questa straordinaria dimensione del mese missionario 2019. Questo è stato l’invito che il cardinale Fernando Filone, Prefetto della Congregazione per l’Evangelizzazione dei popoli, ha fatto alle diverse congregazioni e istituti religiosi: organizzare un momento di ascolto – preghiera – riflessione, secondo i bisogni, le situazioni e i mezzi a nostra disposizione.

Nelle parole di Papa Francesco, questo è “un tempo di grazia intensa e fruttuosa per promuovere le iniziative e valorizzare in particolare la preghiera di tutti – anima di tutta la missione- , l’annuncio del Vangelo, la riflessione biblica e teologica sulla missione, le opere di carità cristiana e le azioni concrete di collaborazione e solidarietà tra le Chiese, così che si ravvivi l’entusiasmo missionario”.

Possa, con questo invito del Papa, la dimensione missionaria del nostro battesimo e il nostro carisma redentorista tradursi in una testimonianza concreta dell’abbondante redenzione di Cristo che raggiunge i più abbandonati.

Segretariato Generale per l’Evangelizzazione

Print Friendly, PDF & Email