Inaugurata la “Via del Rosario” ad Aparecida

0
384

(Aparecida, Brasile) – Il Santuario Nazionale di Aparecida ha inaugurato domenica 14 ottobre, la Via del Rosario. L’opera è un percorso di 1300 metri che collega la città di Romeiro al Port Itaguaçu, luogo in cui è stata trovata l’immagine di Nostra Signora Aparecida nel 1717.

 

La cerimonia di inaugurazione è iniziata con una Messa all’Altare centrale del Santuario presieduta dall’Arcivescovo di Aparecida, l’arcivescovo Orlando Brandes, che nel suo omaggio ha ringraziato tutti coloro che hanno contribuito alla costruzione della Via.

Al termine della Celebrazione eucaristica, i fedeli sono andati in processione alla Via del Rosario. Lì hanno avuto momenti di preghiera e benedizione prima delle scene del Rosario. Oltre alla presenza di Mons. Orlando Brandes, alla solenne inaugurazione ha partecipato il Rettore, Padre João Batista de Almeida; l’economo, padre Daniel Antonio; e centinaia di fedeli.

 

Durante la solennità, il rettore del Santuario ha sottolineato la presenza dei Redentoristi ad Aparecida, che nel 1894 ha assunto la missione di promuovere la preghiera nella città della Madre Aparecida attraverso opere che rafforzano questa spiritualità.

“Dal 1894, i Redentoristi sono stati presenti in questo Santuario facendo opere per completare la spiritualità del Santuario, come la preghiera, sappiamo che la gente ama molto pregare il Rosario, e noi Redentoristi amiamo molto il Rosario, così tanto che fa parte del nostro abito, e in questo modo porta la presenza dei Redentoristi ad Aparecida e rafforza questo importante strumento di preghiera che è il Rosario, una preghiera in cui Maria ci conduce a Gesù “, ha spiegato il sacerdote.

 

Mons. Orlando ha presieduto il rito della benedizione pregando davanti all’Immagine di Nostra Signora Aparecida all’ingresso della Via.

 

Realizzata lungo un percorso che attraversa 20 livelli e con un totale di 128 sculture, la Via del Rosario è uno spazio che offre al devoto la contemplazione dei misteri gioiosi, dolorosi, gloriosi e luminosi.

I pezzi raffigurano il Nuovo Testamento, dall’annuncio alla morte di Gesù Cristo, attraverso la sua nascita e gli eventi della sua vita, contribuendo alla preghiera e all’apprendimento del rosario, in particolare da parte dei bambini.

 

P. Daniel Antonio, che lavora nel Santuario, ha spiegato l’importanza dell’iniziativa: “Il popolo cattolico, che già ha l’esperienza di pregare il rosario, avrà l’opportunità di contemplare tutto questo pregando i misteri davanti alle scene con sculture molto belle in dimensione naturale, e coloro che ancora non hanno la pratica del rosario, specialmente i bambini, potranno guardare le immagini, cioè avere uno scenario in modo di potere abituarsi, creando una tradizione di preghiera , chiedendo l’intercessione della Madonna. Questo è uno dei grandi contributi della Via del Rosario”.

 

Print Friendly, PDF & Email