Messaggio di p. Michael Brehl per la festa di Sant’Alfonso

0
427

TESTIMONI DEL REDENTORE:
solidali per la missione in un mondo ferito

Cari confratelli, sorelle, soci redentoristi e amici,

Ogni anno celebriamo la festa di Sant’Alfonso Maria de Liguori in uno spirito di gratitudine e gioia per il dono che egli è per tutta la Chiesa, per la Congregazione e la Famiglia Redentorista, e per ognuno di noi personalmente. Quest’anno, mentre celebriamo gli incontri di metà  sessennio e le importanti decisioni che prenderemo in merito ai Piani Apostolici e di Ristrutturazione in ogni Conferenza, siamo particolarmente grati per l’esempio di apertura alla conversione e alla volontà di Dio che Alfonso ci ha dato nella sua vita e nei suoi scritti.

Per sant’Alfonso, la “conversione” non è solo conversione dal peccato, ma soprattutto conversione alla volontà di Dio e alla pratica dell’amore di Gesù Cristo. Questa conversione è un processo che dura tutta la vita, che implica uno spirito di apertura, di volontà di apprendere e cambiare, di leggere i “segni dei tempi” alla luce del Vangelo e di rispondere ai bisogni reali del popolo di Dio – specialmente a quelli nelle periferie, agli abbandonati e ai poveri.

Anche nei suoi ultimi anni a Pagani, nel 1785, Alfonso ci dà chiaramente questa testimonianza nella sua risposta quando a lui  viene riferito della missione di Clemente Hofbauer e Thaddeus Huebl che vengono inviati “oltre le Alpi” per fondare la Congregazione. Alfonso riconobbe che nuove situazioni e nuove epoche richiederanno adattamento e crescita – ma il cuore della nostra vocazione missionaria rimane lo stesso mentre seguiamo l’esempio di Gesù Cristo nostro Redentore che predica il Vangelo agli abbandonati e ai poveri (cfr. Cons. 1 ).

Sin dal 25 ° Capitolo Generale nel 2016, abbiamo ascoltato attentamente lo Spirito Santo mentre ci siamo impegnati in questo processo di discernimento – attraverso lo studio e il dialogo, la riflessione e la preghiera, in ogni (V) Provincia, Regione e in ogni Conferenza. Le commissioni della Conferenza per il piano apostolico e di ristrutturazione, così come le assemblee, i capitoli e i consigli, hanno collaborato con perseveranza e apertura. Insieme, cerchiamo di rendere nostro questo spirito che ha animato Alfonso.

La conferenza dell’America Latina e dei Caraibi ha celebrato il suo incontro di metà sessennio a giugno. Questo è stato un passo importante nel processo che continua in tutta la Congregazione. Mentre celebriamo Sant’Alfonso, la Conferenza dell’Africa e del Madagascar si riunisce a Nairobi, in Kenya, nel suo incontro di metà sessennio, che si concluderà il 10 agosto. Presto sarà la volta del Nord America a settembre, dell’Europa a ottobre e dell’Asia-Oceania all’inizio di novembre. Possa Sant’Alfonso ispirare tutti i delegati e accompagnare il nostro discernimento. Possa il suo Spirito continuare ad animare la Congregazione con gioia e speranza in modo che le nostre decisioni rispondano veramente alla chiamata di Dio per la nostra Congregazione oggi.

Vostro fratello in Cristo nostro Redentore e nello spirito di Sant’Alfonso,

Michael Brehl, C.Ss.R.

Print Friendly, PDF & Email