A Tacloban, una parrocchia cattolica prepara “cyber-missionari”

0
90

La Parrocchia di Nostra Madre del Perpetuo Soccorso nella città di Tacloban ha addestrato i giovani a diventare “cyber-missionari”, mentre i filippini diventano più esperti di social media in mezzo alla pandemia della malattia di coronavirus.

“La pandemia pone una sfida a tutta la chiesa per raggiungere il popolo. Di conseguenza, l’apostolato sui social media deve essere valorizzato e rafforzato, in modo che possa continuare il suo lavoro di evangelizzazione attraverso diverse piattaforme mediatiche e raggiungere molte persone, giovani e meno giovani ”, ha affermato p. Edwin Bacaltos, CSsR, rettore della chiesa redentorista di Tacloban.

Il 19 luglio, almeno otto giovani uomini e donne, della pastorale dei media redentorista, sono stati sottoposti alla prova online di base dopo essere stati introdotti alla produzione fotografica e video da un team di volontari guidato dai fotografi di Tacloban, Archie Omega e Bobby Alota.
La sorella Praxedes Paloma, del Pauline Media Center, ha ricordato al gruppo di concentrarsi sempre sulla sua missione.

“Il nostro obiettivo è portare Dio in tutti i nostri post … Ricorda che dietro tutto, Dio è colui che lavora con noi. È la missione di Dio e noi siamo i collaboratori”, ha detto Paloma durante la conferenza sui media e l’evangelizzazione recentemente conclusa.

Ha esortato la squadra a presentare contenuti interessanti per attirare l’attenzione di tutti quelli che frequentano la rete.

“Dobbiamo coinvolgere i nostri spettatori entro i primi due o tre minuti del video per ottenere il loro interesse”, ha affermato Paloma.

Padre Chris Arthur Militante, direttore dell’Information and Social Communications dell’Arcidiocesi di Palo, ha anche tenuto conferenze sull’importanza della valutazione dei fatti.

“Dobbiamo essere consapevoli delle notizie false che vengono pubblicate sui social media”, ha detto Militante in un rapporto dal sito di notizie cattolico Licas.news.

I filippini sono noti come gli utenti di social media numero uno al mondo perché trascorrono in media quattro ore e 12 minuti online.

Circa 76 milioni dei suoi 108 milioni di abitanti sono noti per essere utenti attivi dei social media, principalmente su Facebook, Twitter e Instagram.

(SunStar Philippines, foto da Redemptorist Media Ministry, Tacloban)

Print Friendly, PDF & Email