Dopo 200 anni, conosciamo il Catalogo della Biblioteca Benonita

0
290

Il recentemente pubblicato volume, il diciannovesimo della collana Monumenta Hofbaueriana, è fondamentale per l’evoluzione della ricerca storica su san Clemente Maria Hofbauer. Esso contiene l’edizione originale del preziosissimo Catalogo, in cinque volumi, della biblioteca dei Benoniti (Redentoristi), reperito dopo oltre 200 anni, a Leopoli, nelle collezioni dell’Archivio Storico Statale Centrale dell’Ucraina. È una fonte rilevante per conoscere la storia e l’attività dei Benoniti nella Città Nuova a Varsavia. 

I documenti in esso pubblicati sono di grande valore scientifico, oltre che per la conoscenza diretta di san Clemente, anche per la storia della Congregazione del Santissimo Redentore a Varsavia, dal 1787 al 1808, e da lì tutta l’Europa – scrivono i curatori del volume, la dott.ssa Paulina Dąbrosz-Drewnowska e il dott. Adam Owczarski CSsR nella “Introduzione” (testo integrale disponibile in italiano).

L’attuale edizione dell’inestimabile Catalogo della Biblioteca dei Benoniti apre ampie prospettive di ricerca e presenta nuove sfide scientifiche, che mostreranno più precisamente quanto sia stato importante il ruolo della Congregazione Redentorista, oltre 200 anni fa, e quale influenza abbia avuto sulla religione e rinascita morale della società polacca al momento della spartizione del Paese tra le tre potenze nemiche: Russia, Prussia ed Austria. Permette inoltre di conoscere molto meglio il patrimonio della Congregazione, di valutare l’attività di s. Clemente Hofbauer e dei suoi confratelli e di indagare meglio sulla loro influenza sulla storia polacca. 

Nonostante la raccolta libraria dei Benoniti sia andata dispersa, il Catalogo di quasi 6.000 titoli, ritrovato dopo due secoli, è la scoperta di un “tesoro” di grande importanza non solo per la Congregazione del Santissimo Redentore ma per l’intera città di Varsavia e la sua storia.