Il Superiore Generale e la Curia Generale incontrano Papa Francesco in udienza privata

0
272

Il 25 febbraio è un giorno molto speciale nella vita della Congregazione. In questo giorno di 274 anni fa, il 25 febbraio 1749, Papa Benedetto XIV approvava la Regola della Congregazione e conferiva alla Congregazione l’Approvazione Pontificia. In questo stesso giorno, p. Rogério Gomes, C.Ss.R., Superiore Generale e il Consiglio Generale, insieme al Segretario Generale, Procuratore Generale, Postulatore Generale e Vice Economo Generale, hanno incontrato Papa Francesco nella sua biblioteca personale per un’udienza privata.

Papa Francesco ha salutato personalmente padre Rogério e ciascuno dei membri della Curia sulla porta della sua biblioteca, dandoci il benvenuto. Poi, dopo quando ci siamo tutti seduti, Padre Rogério ha fatto un regalo a Papa Francesco a nome della Curia generale, (una collezione di CD di canti alfonsiani musicati, una croce episcopale con lo stemma della Congregazione in argento e una statuina in argento di Sant’Alfonso). Quindi padre Rogério si è rivolto al Santo Padre a nome della Curia e della Congregazione ringraziandolo per il suo messaggio alla Congregazione nell’Udienza dell’ottobre 2022 per il XXVI Capitolo Generale e ha assicurato al Santo Padre che noi come Congregazione prendiamo a cuore le sue parole per uscire costantemente dalle nostre zone di comfort e raggiungere le periferie con la Buona Novella della Redenzione.

Padre Rogério ha anche ringraziato il Santo Padre per aver concesso all’Accademia Alfonsiana uno status pontificio, che il Santo Padre ha gentilmente accettato.

In un dialogo molto personale con noi, il Santo Padre ha preso atto che la giornata è quella del 274° anniversario dell’approvazione della Regola da parte di Papa Benedetto XIV. Il Santo Padre ha parlato della propria ammirazione per Papa Benedetto XIV come un avvocato canonico e moralista molto saggio, ma anche un papa molto umano che era in contatto con le lotte della gente. Il Santo Padre si è compiaciuto che sia stato Benedetto XIV a concedere l’approvazione papale alla Regola di Sant’Alfonso.

Il Santo Padre era molto interessato a conoscere il numero dei Redentoristi nel mondo e il numero di vocazioni che abbiamo a cui P. Rogério gli ha fornito le ultime statistiche, notando in particolare che abbiamo circa 800 giovani postulanti, candidati, novizi e studenti in Filosofia e Teologia. Il Santo Padre ha poi voluto sapere da quali parti del mondo provenissero queste vocazioni, e P. Rogério ha spiegato che il rapido aumento delle vocazioni proviene dall’Asia e dall’Africa, e c’è un numero costante in America Latina ma, purtroppo, un calo critico delle vocazioni in Europa e Nord America. Il Santo Padre ci ha parlato dell’importanza di promuovere le vocazioni allo stile di vita redentorista e che dobbiamo assumerci urgentemente questo compito. Ha anche insistito sul fatto che dovremmo prestare molta attenzione alla qualità delle vocazioni piuttosto che alla quantità. Ha insistito sul fatto che esaminassimo tutte le vocazioni e ci ha fornito alcuni esempi di seminari in cui c’erano gravi problemi morali tra i seminaristi e che questo doveva essere affrontato. Ha ribadito ancora la necessità di curare l’animazione vocazionale e il cammino attento con i formandi.

Padre Rogério ha illustrato al Santo Padre i lavori del Consiglio Generale sui Documenti Capitolari, Messaggio, Riflessione sulla nostra Identità, Missione, Vita Consacrata, Formazione e Animazione, di cui il Santo Padre ha preso atto con attenzione. P. Rogério ha anche condiviso con il Santo Padre gli sforzi del Consiglio Generale per accompagnare tutti i formandi con incontri online nei prossimi mesi, ai quali il Santo Padre è stato estremamente lieto di prendere atto di questo aspetto della nostra missione.

Padre Rogério ha anche condiviso con il Santo Padre la missione dei Redentoristi nei nostri Santuari, in particolare ad Aparecida in Brasile, al quale il Santo Padre ha detto di avere bei ricordi della sua visita ad Aparecida.

Il Santo Padre ha infine ringraziato padre Rogério e il Consiglio per la visita, ha chiesto la nostra preghiera per il suo ministero e ci ha esortato ad andare avanti con coraggio nella missione di guida che ci è stata affidata per la Congregazione e per la Chiesa in generale in questo tempo di sinodalità.

Infine ci ha invitato a pregare con lui l’Ave Maria invocando l’intercessione di Nostra Madre del Perpetuo Soccorso, e ha poi concluso impartendoci la sua Benedizione Apostolica. Alla fine ci ha condotti alla porta e ancora una volta ha salutato ciascuno di noi personalmente sulla porta della sua biblioteca nel Palazzo Apostolico in Vaticano.

Una giornata davvero memorabile per il Superiore Generale, il Consiglio, la Curia e la Congregazione!

Joseph Ivel Mendanha, C.Ss.R.
Consultore Generale