La Conferenza Nordamericana si è riunita per la Terza Fase del Capitolo Generale

0
222

Confratelli e Partner in Missione si sono riuniti presso la San Alfonso Retreat House a Long Branch, New Jersey, dal 17 al 26 aprile per celebrare la Fase III del 26° Capitolo Generale. P. Rogério Gomes, superiore generale, e fratello Larry Lujan ha rappresentato il governo generale. Altri confratelli provenivano da tutte le unità del Nord America (Baltimora, Canada, Denver, Extra-patriam e Messico), compreso il nostro superiore generale emerito, p. Michael Brehl. Tre Partner in Missione provenivano dalle province di Baltimora, Canada e Denver.

Il focus della Fase III del Capitolo Generale è quadruplice: 1) comunicare a tutta la Congregazione, attraverso le Conferenze, lo spirito della fase canonica del Capitolo Generale; 2) discernere i modi per attuare le decisioni del Capitolo Generale al fine di rivitalizzare la vita apostolica della conferenza e continuare il processo di ristrutturazione e riconfigurazione per la missione; 3) fornire una piattaforma al Governo Generale per presentare il suo piano per il prossimo sessennio (temi per ogni anno del sessennio, es. vita comunitaria per il 2023); e 4) produrre un piano strategico per la conferenza del prossimo sessennio.

Per raggiungere questi obiettivi, tre sono state le parti principali dell’incontro: a) una parte educativa, in cui il superiore generale, il coordinatore della conferenza e altri hanno aggiornato sul processo e lo svolgimento del Capitolo generale, partendo da cosa è successo dalla Fase I (Maggio 2022-Long Branch, NJ) alla Fase Canonica (Settembre-Ottobre 2023-Roma) fino alla Fase III (Aprile 2023-Long Branch, NJ); 2) una componente emotiva, che era principalmente un modo per “fare il check-in” o vedere dove si trovavano le persone a livello di sentimenti, riconoscendo che qualsiasi eccitazione, agitazione o qualsiasi altra via di mezzo che i partecipanti stavano sperimentando erano molto probabilmente vissute dai confratelli anche nelle loro unità. Questo per sottolineare che l’avanzamento del processo di ristrutturazione richiedeva un’attenzione a tutta la persona nelle diverse unità; e 3) la componente di pianificazione, che è stata la parte principale dell’incontro.

Per la componente progettuale, p. Rogério ha presentato il progetto per il sessennio del Governo generale. Poi, cinque piccoli gruppi si sono riuniti per discutere i temi dell’Identità Redentorista, della Missione Redentorista, della Vita Redentorista Redentorista, della Formazione per la Missione Redentorista e della Leadership/Governance per la Missione Redentorista. Ogni piccolo gruppo si è riunito per due giorni interi per suggerire piani strategici concreti relativi alla propria area di intervento e al piano del Governo Generale per il sessennio. Il quinto giorno, i notai hanno presentato all’assemblea plenaria il materiale del loro piccolo gruppo e la commissione di redazione ha preso i contributi e ha iniziato la redazione di un piano strategico della conferenza.

Il programma di lavoro è stato un regalo per tutto il gruppo perché hanno avuto due giorni liberi di fila mentre la commissione redazionale lavorava alla loro bozza. Il lunedì della seconda settimana, la commissione di redazione ha presentato la sua bozza, che è stata rivista in piccoli gruppi e ha risposto in sessione plenaria. C’è stato un incontro informativo su Zoom con p. Nicolas Ayoube, Consultore Generale dell’Africa e del Madagascar, in cui p. Nicolas ha potuto parlare del COREAM come una priorità della congregazione e stabilire un collegamento personale con quelli della conferenza del Nord America riuniti per la Fase III. Alla fine della giornata, la commissione di redazione è tornata al lavoro e martedì ha presentato una bozza rivista, che è stata nuovamente discussa in sessione plenaria. La bozza finale del Piano strategico è stata approvata all’unanimità mercoledì mattina.

Tra le aree di intervento del piano strategico vi sono una rinnovata enfasi sul Piano di vita comunitaria (PVC) per il miglioramento della vita comunitaria; proseguire il lavoro di ristrutturazione e riconfigurazione con l’obiettivo di una nuova configurazione entro il 2026 per le province di Baltimora, Denver, Messico e la Viceprovincia di Extra-patriam; un impegno di personale e struttura per la formazione permanente. Altre aree riguardano la spiritualità, l’evangelizzazione e la comunicazione.

Il feedback informale e formale indica un incontro che è stato fruttuoso in termini di costruzione di legami tra i membri della conferenza e di produzione di un piano strategico ragionevole e realizzabile.

P. Kevin O’Neil, CSsR