Spagna: Conchita Barrecheguren dichiarata beata

0
237

Card. Marcello Semeraro, il prefetto della Congregazione delle Cause dei Santi, ha dichiarato la beata la ven. serva di Dio María de la Concepción (Conchita) Barrecheguren García. Il decreto di Papa Francesco e stato annunziato durante Eucaristia presieduta dal Cardinale nel Cattedrale a Granada, il 6 maggio 2023. Hanno concelebrato, tra gli altri l’Arcivescovo di Granada, José María Gil Tamayo, e l’emerito, Javier Martínez. Sono stati presenti anche i redentoristi, p. Zdzislaw F. Stanula CSsR, il vicario generale, p. Francisco J. Caballero CSsR, provinciale di Madrid, p. Antonio Marrazzo CSsR, il postulatore generale e gli altri. Il motto della cerimonia era “Una giovane santa per la Chiesa di oggi”.

Nella sua omelia, il Cardinale ha ricordato le parole di Papa Francesco sulla vulnerabilità, fragilità. Questa dimensione della nostra vita, invece di coprirla o truccarla, va ad essere accettata, perché “in realtà, è una dimensione costitutiva dell’umano ed è, in quanto tale, una dimensione che ci interpella e richiede delle risposte, poiché contiene una vocazione che è un appello alla socialità nella forma della solidarietà.” 

– La vocazione che giunge dalla vulnerabilità la nostra Beata l’ha riconosciuta, l’ha accettata e l’ha vissuta. Ci ha indicato pure il metodo sul come farlo. Scrisse, infatti: «Il mio amore sarà un Dio crocifisso, il mio cibo la preghiera, la mia fortezza l’Eucaristia…» 

[…] Ora anche questa nuova beata diventa per tutti noi un modello da imitare. Soprattutto a chi è nella sofferenza e nella prova, la beata Marìa Conchìta, con l’offerta della sua giovane, breve esistenza e con l’affidamento totale e fiducioso in Dio, mostra come la conformazione a Cristo, nell’amore crocifisso, trasforma la sostanza della vita, anche la più complessa e difficile.

– ha detto il prefetto della Congregazione delle Cause dei Santi. 

Al termine della celebrazione, padre Francisco Caballero ha preso la parola per ringraziare a nome dei Redentoristi per la beatificazione e per parlare della vicinanza spirituale della nuova Beataagli pensieri di Sant’Alfonso de Liguori, il cui scrisse sul amor a Dio, sofferenza e preghiera. Tra altre cose ha detto:

Questa Beatificazione è il riconoscimento da parte del nostro Dio del valore della semplicità, del cammino della vita, della normalità, dell’amore e del dolore – in una singolare battaglia – che sono presenti in ogni vita cristiana.

La nuova beata ci insegna che anche nelle situazioni complesse, nella difficile realtà della mancanza e della frustrazione, il nostro Dio è presente, non smettendo mai di accompagnare la chiesa domestica, il nucleo originario dove la fede si forgia e si rafforza.

Domenica prossima, 7 maggio, ci sarà la Messa con ringraziamento per la beatificazione, presieduta da p. Zdzislaw Stanula CSsR, celebrata nel Santuario del Perpetuo Soccorso a Granada, che ospita la tomba di beata Conchita. 

Leggi l’intera omelia del cardinale Semeraro

Le schermate sono dal webcast del canale Trece TV