Missione Icona – Promuovere l’Amore per la Madre del Perpetuo Soccorso

0
220

Missione Popolare Redentorista a Calandagan, Filippine (2)

Nel 1866 Papa Pio IX concesse l’icona della Madre del Perpetuo Soccorso ai membri della Congregazione del Santissimo Redentore, insieme al comando: “Fatela conoscere a tutti”. Da allora, i Redentoristi, ovunque si trovino, sono sempre stati desiderosi di trovare modi per presentare a tutti la nostra Madre con il titolo di Madre del Perpetuo Soccorso. Parlare della storia dell’icona significa parlare dei Redentoristi perché le loro storie sono intrecciate e connesse. La Missione Popolare è un’occasione estremamente conveniente e adatta per promuovere l’amore alla Madre del Perpetuo Soccorso.

Al nostro arrivo a Calandagan, abbiamo prima collocato l’icona nella cappella dedicata a San Giuseppe. Questa cappella si trova in Purok 4. Padre Mark ha condiviso un pensiero durante il suo sermone che mi ha colpito: “Sul lato sinistro del santuario abbiamo la statua di San Giuseppe, e ora sul lato destro abbiamo l’icona di Madre Maria che porta Gesù Bambino. Così la Sacra Famiglia è completa”.

Voglio menzionare qui un piccolo dettaglio, non necessariamente un miracolo, ma qualcosa che mi ha toccato con riverenza. La nostra icona è originariamente una delle 150 icone benedette da Papa Francesco in occasione del 150° anniversario della Congregazione dall’aver ricevuto la missione di presentare la Madre del Perpetuo Soccorso alle persone di tutto il mondo. Durante il nostro viaggio per mare da Araceli a Calandagan, il vetro davanti all’icona si è leggermente inumidito all’interno. Tuttavia, siamo stati sorpresi di scoprire che il vetro che copriva il volto di Madre Maria è rimasto asciutto, senza alcuna umidità aderito ad esso. Questo fenomeno è durato per un bel po’, dall’arrivo della nostra barca, durante tutta la processione intorno all’isola, e durante tutta la Messa di apertura. Il volto di Madre Maria è rimasto raggiante, manifestandosi ai suoi figli.

In altre comunità più piccole del villaggio di Calandagan (purok in tagalog), dove non c’erano cappelle, la gente ha eretto stazioni di preghiera temporanee nei loro quartieri, coprendole con teloni. I paesani restavano svegli tutta la notte accanto all’icona e, la mattina presto, recitavano insieme il Rosario. Hanno mostrato vera virtù ed entusiasmo.

Due suore della Congregazione delle Missionarie di Nostra Signora del Perpetuo Soccorso hanno istruito la gente su come pregare la Novena in onore della Madre del Perpetuo Soccorso. Ciò permetteva ai fedeli laici di condurre la novena da soli o con la comunità, senza richiedere necessariamente la presenza di un sacerdote o di un religioso o di un confratello.

Quando promuoviamo la devozione all’icona, diffondiamo l’amore e la devozione alla Beata Madre, che è sempre lì per aiutarci. Così facendo, anche i membri del nostro gruppo si nutrono di amore per la Madre. Testimoniarla è un modo per esprimere quell’amore. Che possiamo crescere nell’amorevole cura della nostra Madre del Perpetuo Soccorso.

Duc Trung Vu, CSsR

Print Friendly, PDF & Email