Polonia: Tre Redentoristi riconosciuti per i meriti nella tutela dei diritti dei bambini.

0
129
Da sinistra: p. Marek Raczkiewicz CSsR, p. José-Miguel de Haro CSsR e p. Andrzej Kukła CSsR.

L’11 dicembre a Varsavia, Mikołaj Pawlak, l’Autorità garante per i diritti dei bambini in Polonia, ha consegnato i distintivi d’onore per i meriti nella protezione dei diritti dei bambini. Tra i premiati c’erano anche tre Redentoristi: P. Andrzej Kukla, P. José-Miguel de Haro e P. Marek Raczkiewicz.

La decorazione dalle mani dell’Ombudsman per i diritti dei bambini è stata assegnata a padre Andrzej Kukła, che ha organizzato aiuti per i bambini a Varsavia e Radom fin dall’inizio della guerra in Ucraina. A Varsavia, presso la parrocchia di San Clemente, è stato creato un centro sociale speciale, dove i bambini si incontrano ancora oggi. Un altro premiato è stato il redentorista spagnolo José-Miguel de Haro CSsR. Io sono stato il terzo”, ha riportato a Radio Maryja padre Marek Raczkiewicz, professore all’Università Pontificia Comillas di Madrid.

P. Marek Raczkiewicz riceve un diploma dal Garante dei diritti dei bambini.

È interessante notare la presenza di un redentorista spagnolo, che nel 1997 ha fondato un’associazione in Spagna, l’organizzazione Acoger y Compartir, ovvero “Accetta e condividi”. Fin dalla sua nascita, questa associazione ha organizzato aiuti a Paesi dell’Africa, dell’Asia e del Sud America. I suoi membri costruiscono pozzi, scuole, ma insegnano anche la coltivazione e si occupano dell’educazione dei bambini e dei giovani”, ha sottolineato padre Marek Raczkiewicz.

Tra le altre cose, Acoger y Compartir ha contribuito alla costruzione di una scuola ad Haiti per 1.200 studenti. Purtroppo, dopo un forte terremoto, questa scuola è crollata. In tale circostanza morirono circa 300 alunni. Il rinnovato aiuto per la ricostruzione della scuola è ostacolato dall’attuale situazione politica, poiché gli aiuti non sempre arrivano a destinazione a causa delle attività di gruppi criminali (…). Questo non smorza l’entusiasmo di Acoger y Compartir, che continua a raccogliere donazioni e a inviare aiuti affinché i beni di prima necessità raggiungano le persone bisognose, ha detto il Redentorista.

Acoger y Compartir si è anche unita agli aiuti all’Ucraina attaccata dalla Federazione Russa. – I primi camion di cibo e vestiti hanno raggiunto i bisognosi pochi mesi dopo lo scoppio della guerra (…). L’arrivo degli aiuti umanitari è stata una bellissima esperienza, alla quale p. José-Miguel de Haro ha partecipato per vedere con i propri occhi dove questi aiuti erano diretti e cosa era ancora necessario”, ha annunciato l’ospite di Radio Maryja.

Nel corso del tempo, la guerra in Ucraina è diventata un argomento talmente comune in Europa da far perdere interesse alla gente. Tuttavia, questo non ha impedito ai Redentoristi spagnoli di continuare ad aiutare l’Ucraina.

Due settimane fa sono arrivati in Polonia altri due camion carichi di aiuti. Al momento se ne stanno preparando altri in Spagna, che forse arriveranno a gennaio e febbraio”, ha osservato padre Marek Raczkiewicz.

(radiomaryja.pl)

Print Friendly, PDF & Email